Evidente caso di mobbing


Gentile dott. Marchionni,

lavoro nella stessa azienda dal 1999, ho partorito nel 2007 e, al rientro, mi è stato detto che non c’era più bisogno di me e che, all’anno della bambina avrei dovuto dare le dimissioni. Mi sono stati tolti ruolo, ufficio e mansioni.
Questa notizia, del tutto inaspettata, mi ha causato depressione, crisi d’ansia e insonnia.
Su consiglio della mia famiglia mi sono rivolta ad un legale, che mi ha consigliato di curarmi seriamente visto che, ad oggi, essendo ancora assunta posso usufruire della malattia pagata, dopodiché impugneremo il licenziamento che di certo ci sarà, chiedendo anche danni fisici e morali.
Quindi ora sono a casa in malattia e mi sto curando.
Diverse persone mi hanno detto che trattandosi di un evidente caso di mobbing, facendolo certificare anche da un medico del lavoro, potrei evitare di dover sottostare agli orari di visita del medico fiscale, che ora rispetto. In realtà mi sembrano solo "voci di corridoio", quando chiedo qualcosa di più, nessuno sa niente.
Ovviamente non è fondamentale, il mio obiettivo è stare bene, ma visto che sto subendo un trattamento allucinante, se posso usufruire di qualcosa di lecito voglio assolutamente farlo.

Grazie,
mamma mobbizzata

 



Gentile signora,
 

se siamo in presenza di "mobbing", ed un medico del lavoro anche scelto da lei può certificare la presenza di patologia legata a questo, spero di aiutarla minimamente confermandole che i suoi disturbi fisico-psichici da alcuni anni hanno anche un fondamento giuridico nella nuova Tabella delle malattie professionali, quella qui appresso menzionata (all’interno della Gazzetta ufficiale n. 134 del 10-6-2004 il Decreto 27 Aprile 2004 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali “Elenco delle malattie per le quali è obbligatoria la denuncia, ai sensi e per gli effetti dell’art. 139 del testo unico, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 30 giugno 1965, n. 1124, e successive modificazioni e integrazioni.) 

 

L’elenco sostituisce quello approvato con decreto ministeriale 18 aprile 1973.   

Ecco: Gruppo 7 – Malattie psichiche e psicosomatiche da disfunzioni dell’organizzazione del lavoro

Questo grande gruppo comprende però un’unica importantissima voce: Malattie psichiche e psicosomatiche (disturbo dell’adattamento cronico e disturbo post-traumatico cronico da stress) derivanti da disfunzioni dell’organizzazione del lavoro (in altre parole il cosiddetto “mobbing”, tra l’altro ben chiarito dalle note all’argomento citate nello stesso decreto).

Nel farLe quindi i miei migliori auguri per la sua salute, Le confermo che senz’altro quanto le hanno suggerito è vero, e ove certificato, qualsiasi danno alla salute o patrimoniale (licenziamento o altro), a mio giudizio, ritengo possa essere motivo di validissima rivalsa legale.

 

 

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone