Vuole solo pane e rifiuta le pappe


 

Gentile dottoressa,

le scrivo nuovamente per avere una sua preziosa consulenza in merito a quanto sta accadendo in questi giorni alla mia piccola. Alice ha otto mesi, pesa 7.7 kg ed è alta 70cm; è stata svezzata a cinque mesi e non mi ha mai dato problemi con le pappe, che ha sempre gradito con tutte le varietà di farine, formaggi e carni (liofilizzate) adatte alla sua età.

Le avevo già segnalato in passato un periodo di "regressione", nel quale rifiutava la pappa serale preferendo il latte prima della nanna. Come lei mi suggeriva, quel periodo si è risolto da solo, ma ora si sta riproponendo in modo diverso.

Ogni due, tre giorni Alice è totalmente inappetente. Inizia a piangere non appena la metto a sedere sul seggiolone, non assaggia nemmeno quello che le ho preparato e l’unica cosa che la calma è avere tra le mani un pezzetto di pane da succhiare.

Non solo, da qualche giorno ha imparato a mangiare da sola piccoli pezzi di pane e nelle giornate "no" l’unica cosa che riesco a farle mangiare (e le mangia da sola) sono proprio quei pezzetti.

Oggi, ad esempio, ha preso il latte alle 6 del mattino (200g con 3 biscottini), 3 cucchiaini di pappa a pranzo (di solito si mangia 30g di farina, brodo e verdure, 40g carne omogeneizzata e poi la frutta), non ha voluto la merenda (le ho proposto latte, frutta e anche un biscottino, ma ha rifiutato tutto), a cena niente di niente ma quando le ho messo qualche pezzetto di pane sul vassoio del seggiolone se li è mangiati tutti!

Ho il dubbio che, avendole fatto provare il gusto del pane, lo preferisca alle pappe che per ora sono ancora un po’ insipide. Ritiene che possa succedere questo?

Inoltre sono passata da poco all’omogeneizzato di carne e, a parte il pollo, rifiuta il resto, sempre appezzato nella forma liofilizzata (tacchino, agnello e coniglio). Infine ho iniziato a mescolare pastina con la farina, ma non sempre la gradisce.

Mi sento veramente spiazzata da questo atteggiamento altalenante poiché non riesco a capire se dipenda dalla pastina (che un giorno divora e quello dopo rifiuta), dagli omogeneizzati o da altro e nel dubbio non so più cosa proporle.

Questa sera, non avendo mangiato a pranzo, le ho fatto il piatto che maggiormente prediligeva (crema di riso con ricotta) ma non sono riuscita neanche a farle capire cosa c’era nel piatto, perché ha iniziato a piangere come una disperata.

Aggiungo che Alice non ha ancora nessun dentino e mi chiedo se questa inappetenza dipenda da questo. E se fosse mal di gola? Ma come fare a capirlo non riuscendo a guardarle la gola?

La prego di darmi un aiuto perché la mia paura è quella di trascurare qualche segnale importante.

Grazie sin d’ora per i suoi consigli. Un saluto, Elena1970

Il mal di gola lo deve valutare il pediatra, ma dubito che lo abbia se di giorno ha mangiato volentieri e se non ha febbre. Assecondala con pezzettini di pane spalmato di stracchino o altro formaggino, elimina i liofilizzati e passa, se vuoi, alla carne fresca cotta a vapore e ben omogeneizzata o ben frullata da te, cambia qualcosa nell’alimentazione della piccola e assecondala un po’ con alimenti, magari liquidi, con un biberon di latte e biscotti in più o altro in attesa dei dentini che staranno senz’altro per affacciarsi.

Il cucchiaio duro e metallico può essere sgradevole sulle gengive infiammate, mentre il pane può lenire il fastidio o il prurito alle gengive così come pezzi di frutta da succhiare o una tettarella da mordicchiare.

Una volta escluse le più comuni patologie che possono essere all’origine dell’inappetenza dal tuo pediatra, armati di santa pazienza per alcuni mesi, fintanto che la piccola non mette i primi incisivi e i primi molari. Falla bere molto e non preoccuparti più di tanto se la vedi comunque vivace durante il giorno. Puoi anche provare a proporle le farine lattee che sono dolci e più facilmente gradite dai bambini inappetenti.  

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone