Vomito improvviso: forse crisi acetonemica


Ben tornata Dott.ssa,

sono la mamma di Alessio, di 12 mesi.

Ieri ho preso il bimbo dal nido (meno di una settimana che lo frequenta per sole 4 ore) e mi dicono che Alessio aveva fatto la cacca tipo diarrea.

L’ora della merenda ho pensato di dargli la banana ma appena l’ha messa in bocca ha fatto il verso di vomitare.

Si era ripreso ma poi ha vomitato, erano già le 17 e ha vomitato la pappa del pranzo. La sera, forse qui ho sbagliato, gli ho dato il brodo fatto con carote e patate e omogeneizzato di tacchino. Il bimbo ha mangiato tutto. Ma la notte ha buttato tutto fuori più volte.

Questa mattina non gli ho dato il latte avendo sentito il pediatra e gli ho dato la camomilla con biscotti. Alessio non ha più vomitato e dorme tranquillamente.

Cosa vuol dire tutto ciò? Per quanto tempo non devo dargli il latte? Cosa posso dargli a merenda?

Spero tanto che mi risponda presto…sono un po’ in ansia non so cosa fare.

Un abbraccio.

Valentina


Controlla la febbre e come va di corpo: se non ha febbre, va di corpo normalmente, ha appetito come al solito e non ha catarro puoi dargli nuovamente il latte dopo 12 o 24 ore dalla sospensione.

Controlla anche se, per caso, avesse l’alito pesante, in particolare con il caratteristico odore acetonemico di frutta marcia: in tal caso dovresti sospendere latte e tutti i cibi contenenti grassi sostituendoli con cereali e zuccheri (pasta, frutta cotta e cruda, pesce, legumi).

I bimbi magri possono avere facilmente crisi acetonemiche anche indipendentemente dalla febbre. Il tutto dovrebbe risolversi in uno o due giorni a meno che il vomito non sia il primo sintomo di una malattia che si manifesterà dopo poco.

Un caro saluto,

Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone