Vitamine

0
56

 

 

Gentile dottoressa,

 

vorrei sapere se saltuariamente (e se si quando), ai bimbi di 2/3 anni è bene dare vitamine del gruppo B. Grazie mille per la sua risposta.

 

 

 

 

Dopo il primo anno di vita, cioè al momento di svezzare completamente un bambino impostando una alimentazione equilibrata, varia e completa di ogni nutriente, le vitamine necessarie ad un soggetto in crescita sono quasi totalmente assunte con i cibi, soprattutto il complesso B che si trova nei cereali, nella carne, nei legumi, nella frutta secca, negli agrumi, in molte verdure, cioè un po ovunque.

 

Passando dal latte materno o adattato al latte vaccino, invece, forse una lieve relativa carenza di vitamina D potrebbe residuare e un ciclo o al massimo due in un anno di questa vitamina, specie nei mesi di minore irraggiamento solare, cioè invernali, potrebbero essere opportuni, almeno fino al terzo anno compiuto, cioè almeno nel periodo in cui maggiore è la velocità di crescita in altezza.

 

Anche il ferro, a volte, è relativamente carente nei bambini in crescita, spesso senza sintomi apparenti. C’è da dire, però, che l’alimentazione attuale, costituita da cibi sempre più raffinati, a cominciare dalle farine, spesso pre confezionati e precotti, non garantisce che essi mantengano le stesse proprietà nutritive degli stessi cibi freschi o appena cucinati, quindi l’abitudine al consumo di vitamine e integratori alimentari si sta diffondendo sempre più anche nei bambini ed è francamente difficile valutare quanto ci sia di giusto o di eccessivo in questo atteggiamento, specie se si parla di bambini sani, non reduci da malattie croniche debilitanti, che vivono in paesi sviluppati nei quali le carenze nutrizionali, a meno di non compiere grossolani errori alimentari, non ci sono.

 

Comunque, se per un motivo qualsiasi, si decide di somministrare ad un bambino il complesso vitaminico B, esso dovrà comprendere sempre tutte le vitamine del gruppo B assieme e mai disgiunte perché l’una facilita e potenzia l’attività dell’altra.

 

Vitamine del gruppo B, quindi, tra i due e i tre anni, generalmente no se il bambino è in buona salute e segue una alimentazione sana, possibilmente biologica, varia ed equilibrata, si se ha superato da poco una o più malattie consecutive debilitanti, specie se in un periodo di forte crescita staturale, se mangia poco e in modo disordinato e incompleto, ma se si, solo per periodi limitati a un mese o poco più e possibilmente assieme alle altre vitamine liposolubili A, D, C, E.

 

Un caro saluto, Daniela

Vota questo articolo

Condividi
Articolo precedenteRifiuto del biberon
Articolo successivoMale al ginocchio
mm
Medico chirurgo specializzato in Pediatria e Neonatologia con lunga esperienza Ospedaliera.