Verruche sul viso


 

Gentile dottoressa,

La disturbo per avere un suo parere circa un problema che mi attanaglia ormai da tre anni.

Ho una bimba, Federica, di quasi sei anni che presenta sul viso, in particolare sulle guance, delle verruche da contagio.

Contattati diversi dermatologi abbiamo sperimentato diverse cure senza, senza alcun risultato. Abbiamo anche fatto la clioterapia che, sembra, abbia acuito il problema. Da ultimo, al centro IDI, ci è stato detto di non fare nulla perché come vengono così se ne vanno.

Sinceramente, a questa diagnosi, mi sono cadute le braccia e non ho fatto più nulla.

Volevo avere un Suo parere. Mille grazie, Emma

È vero, più della metà dei casi di verruche, che sono dovute alla presenza di un virus, scompare senza bisogno di terapia, anche se in tempi che possono anche essere lunghi (da alcuni mesi ad alcuni anni).

Le terapie farmacologiche locali non sempre producono risultati: si tratta di pomate o creme a base di acido salicilico oppure acido lattico, comunque una sostanza acida. Possono essere irritanti per la pelle di un bambino e forse è per questo che i dermatologi non le hanno consigliate.

Restano i tentativi di terapia omeopatica più l’assunzione per alcuni mesi di stimolanti del sistema immunitario nella speranza di accelerare il lento processo di formazione di anticorpi specifici che comunque avverrebbe nell’organismo portando a guarigione in tempi lunghi.

C’è chi ha ottenuto buoni risultati applicando il tea tree oil in toccature quotidiane sulle verruche, ma ogni terapia deve assolutamente essere vagliata da un dermatologo perché si tratta quasi sempre di prodotti irritanti per la pelle e l’automedicazione può essere pericolosa.

Quindi, in definitiva, ti consiglio di fidarti del consiglio che ti è stato dato all’IDI di non intervenire e di essere fiduciosa in una guarigione spontanea anche se lenta o, in alternativa, al massimo di rivolgerti ad un buon medico omeopata, meglio se anche con esperienza pediatrica, anche se le verruche non sono certo un problema strettamente pediatrico.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone