Verruche plantari


   

Buongiorno Dottoressa,

dieci giorni fa ho scoperto sulle piante dei piedi di mio figlio Angelo, 9 anni ,degli ispessimenti della pelle (tipo calletti) proprio in corrispondenza dell’alluce, due in un piede e tre nell’altro. Dice che premendo sente un pochino di dolore ma camminando no .

Ho pensato che la causa potessero essere le Crocs (gli zoccoletti di plastica) diventati piccoli,hanno la sagoma delle dita all’interno, li usava solo in casa e poco.Li ho tolti di mezzo ma la cosa non è regredita.

Ieri l’ho portato dal medico, il quale ha detto che trattasi di verruche e ha dato da fare spennellature con il Verel (praticamente un callifugo).

Ha poi ventilato la possibilità, in seguito, di ricorrere all’azoto liquido e, avendolo io stessa sperimentato, preferirei evitarglielo.

Ora, non è che io contesti la sua diagnosi, ma sono perplessa perché Angelo quest’anno NON frequenta la piscina, l’igiene è curata, ha sempre i calzini con o senza scarpe, porta poco le scarpe da ginnastica ed i suoi piedi non sudano e (ancora) non puzzano. Gentilmente Le chiedo consiglio in merito.

RingraziandoLa per la cortesia Le invio i miei saluti, Claudia Loretucci

Le verruche sono frequenti nei bambini e non è necessario pensare alla piscina o all’abbondante sudorazione per giustificarle. La terapia che ti è stata proposta sarebbe idonea ma è necessario che la diagnosi sia sicura e se hai perplessità bisogna che tu ti rivolga ad un dermatologo.

Io, senza vederle, non posso dirti nulla se non che le verruche possono anche guarire spontaneamente con il tempo, quando il bambino, piano piano, riesce a formare anticorpi specifici contro i virus che le hanno prodotte.

Alcuni si rivolgono alla omeopatia per evitare terapie più forti e fastidiose che nei bambini, di solito, vengono sconsigliate. Il dermatologo, a mio avviso, sarebbe l’orientamento migliore.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone