Vari risvegli notturni a sette mesi e mezzo

 

Cara dottoressa,

la mia bimba di 7 mesi e mezzo non aveva mai avuto problemi per dormire la notte.

Da un paio di mesi invece si sveglia da 5 a 10 volte per notte. Basta semplicemente metterle il ciuccio che ha perso e si riaddormenta. Però il suo sonno è molto agitato e la mattina si sveglia stanca. Infatti circa un’ora dopo essersi alzata vuole già tornare a letto. Durante giorno fa diversi pisolini di mezz’ora. Ho provato a non farglieli fare ma è peggio che mai. La sera massimo va a letto alle 21 e non perché lo vogliamo noi, è lei che è stanca morta. È una bimba molto attiva, già gattona e si alza in piedi reggendosi alle cose, è svezzata e l’allatto al seno solo la mattina per colazione. Si addormenta nel suo lettino da sola standole però vicino. A volte cerco di ignorarla quando si muove nel lettino, ma finisce che si sveglia completamente e alzandosi in piedi. Ha già due denti. Spesso si sveglia la mattina emettendo molta aria.

Cosa posso fare? Lasciarla piangere ignorandola o continuare a metterle il ciuccio quando si sveglia in modo che si riaddormenti subito? Ho anche provato a farla dormire nel lettone con me, per vedere se era mancanza di contatto… ma non è cambiato niente perché si svegliava lo stesso numero di volte.

Inoltre ha un sonno molto leggero basta il minimo rumore che si sveglia subito.

Grazie

Naturalmente una bimba vivace e iperattiva che tende a muoversi molto, fatica sia fisicamente che emotivamente visto che sviluppa acquisizioni nuove ogni giorno e dimostra di essere molto curiosa e partecipe. Pertanto la stanchezza serale sarebbe giustificata. Se ritieni che sia troppo stimolata prova a creare dei momenti di relax durante il giorno durante i quali si può rilassare e riposare anche rimanendo sveglia.

Però non dimenticare che oltre al carattere, la bimba potrebbe avere una intolleranza, magari al lattosio o alle proteine vaccine se assume già latticini o formaggi o yogurt oppure, se tende ad essere pallida e a mangiare poco, potresti pensare ad un esame delle urine. I bambini non andrebbero lasciati piangere nel senso che non andrebbero ignorati quando piangono per richiamare l’attenzione. Se il ciuccio si rivela un mezzo efficace per consolare la piccola in breve tempo e non viene richiesto ogni giorno più spesso e più a lungo, puoi anche darglielo per favorire l’addormentamento o il riaddormentamento prima che, piangendo, si svegli del tutto e abbia poi difficoltà a riprendere sonno, ma se ti accorgi che tende a desiderarlo e a reclamarlo sempre di più, meglio alternarlo con il seno, se hai ancora un po’ di latte la sera: forse è proprio il seno che continua a cercare, visto che ha solo 7 mesi ed è già, da come ho capito, del tutto svezzata a parte la poppata della mattina.

Considera che tutte le nuove cose che impara ogni giorno a fare le procurano emozioni e l’inizio del gattonamento le fa vivere le prime esperienze di allontanamento dalle braccia di mamma e questo crea un po’ di ansia nei bambini, senza parlare del possibile fastidio alle gengive, data l’età.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone