Valutazione crescita attuale e previsione di crescita


 

Gentile pediatra,

mia figlia compie a breve 15 mesi, è alta 74 cm ma pesa solamente 8,700 kg. È apparentemente sana ed è abbastanza attiva, però dorme tanto.

Mangia a colazione 250 ml di latte con quattro biscottini, a mezza mattina un poco di frutta, a pranzo della pasta al ragù (30 gr) o del pesce (80 gr) o della carne (80 gr) più due cucchiai mais/tapioca o semolino o 4 cereali con 100 ml di brodino vegetale e un frutto (banana/pera/pesca,anguria etc), a cena o pasta (30 gr) al pesto o al ragù o con le verdure lesse o l’ovetto alla coque o la minestrina con brodino e della carne o semplicemente della pastina con verdure nel loro brodino più sempre un frutto.

Mi preoccupa un poco il suo peso, ad aprile è arrivata a pesare 9 kg, in seguito si è ammalata ed il suo peso è di nuovo sceso. Ho paura di non alimentarla in modo equilibrato. Inoltre ha spesso delle bolle tipo afta sulla lingua che mi obbligano a somministrarle il be-total.

Il suo pediatra è un medico piuttosto rude e non sembra preoccupato, mi dice che semplicemente è piccola: io sono alta 1,60 cm e il suo papà 1,78. Alla nascita la bimba pesava 3,420 Kg ed era lunga 49,50 cm. Le sembra che ci sia qualcosa che non và nella sua crescita?

Grazie per i consigli che vorrà offrirmi, GD

Non mi sembra che ci sia nulla di patologico nella crescita della tua bimba perché peso e altezza si trovano sullo stesso percentile. È vero, non è un percentile alto, però lo sviluppo della bimba è armonico. Sarebbe interessante sapere com’era la crescita di voi genitori alla stessa età, soprattutto com’era la crescita del genitore al quale la bimba assomiglia di più che di solito, per le femmine, è il padre.

Comunque, se vuoi, ci si può divertire a fare alcune previsioni di statura definitiva e si possono fare utilizzando due sistemi di calcolo: uno più semplice e meno preciso che si basa sui percentili attuali del bambino e che farebbe prevedere una statura definitiva della bimba compresa tra 1 metro e 56 cm e un metro e 60 cm e l’altro, più sofisticato e più attendibile, anche se si tratta comunque di previsioni, che tiene conto anche della statura dei genitori e che farebbe prevedere per la bimba una statura definitiva compresa tra un metro e 58 minimo e un metro e 66 massimo.

Questo secondo calcolo, che si basa su previsioni di statura in base alla genetica familiare, è il seguente: per i maschi si calcola la statura del padre e la si somma a quella della madre alla quale sono stati aggiunti 13 cm. La previsione si fa aggiungendo o sottraendo 10 cm al valore ottenuto e il valore si divide infine per due.

Esempio pratico: un bambino con madre alta 1,65 e un padre alto 1,80, da adulto potrebbe avere la seguente statura: 180+(165+13) ± 10 diviso per 2, cioè una statura compresa tra 1,74 e 1,84.

Una femmina, invece, sempre degli stessi genitori, potrebbe avere la statura seguente: 165+(180-13) ± 8,5 diviso per due, cioè una statura compresa tra 1,62 cm e 1,70 cm.

Considera che tra il minimo previsto e il massimo è meglio prevedere un valore più vicino al massimo perché i bambini attualmente tendono a crescere più dei genitori.

Qualora la crescita in altezza della bimba si mantenesse piuttosto insoddisfacente, però, potresti studiare l’età ossea e se la sua età ossea fosse inferiore a quella cronologica, anche soltanto di sei mesi, vorrebbe dire che la bimba è una lenta maturatrice e che la sua statura attuale dovrebbe essere valutata come se avesse sei mesi di meno e questo farebbe ulteriormente ben sperare per la sua statura definitiva.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone