Vaccino H1N1 e sindrome di Kawasaki


 

Salve dottoressa,

sono la mamma di Alessandro, un bimbo che oggi ha 26 mesi. A marzo di quest’anno è stato affetto da Sindrome di Kawasaki… bello spavento!

In realtà posso dire che Alessandro rispetto ad altri bimbi, è stato davvero fortunato, in quanto al quarto giorno dalla comparsa di quella insignificante febbricciola, la sindrome aveva manifestato in pieno tutti i suoi sintomi, e quindi in ospedale, dopo la visita ecocardiografica, sono intervenuti tempestivamente, con la somministrazione in tre fiale endovena di immunoglobuline, continuando poi, la terapia per un mese con l’aspirina, in bassissime dosi, visto che fortunatamente non vi erano aneurismi.

Essendo a conoscenza che per 11 mesi dalla somministrazione della immunoglobuline, non potrei somministrargli vaccini (quelli non obbligatori che si fanno prima del nido ecc.) La mia domanda ora è questa: Come mi comporto nel caso dell’influenza suina? Cosa mi consiglia per l’eventuale somministrazione del vaccino considerando che a oggi dalla sindrome sono trascorsi appena sei mesi?

Certa di una sua risposta la saluto cordialmente augurandole buon lavoro. Loredana

Penso che al momento che sarà disponibile per i bambini il vaccino contro l’influenza suina, cioè a gennaio 2010, saranno passati ormai già 10 mesi dalla malattia e dalla somministrazione di immunoglobuline, pertanto non ci sarà problema e potrai vaccinare il bimbo.

Dato, però, che la diffusione della pandemia si sta rivelando più lenta e, almeno per ora, meno aggressiva del previsto, non ti fasciare la testa prima di essertela rotta e aspetta la fine de 2009: in quell’epoca si saprà di più dell’andamento di questa epidemia e chissà che la vaccinazione di massa non si riveli meno indispensabile di quanto sembra ora.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone