Vaccino ed esposizione a malattie infettive


Buongiorno sono Luana mamma di un bambino di 16 mesi che da qualche giorno ha dei dubbi a riguardo le vaccinazioni.
Vorrei sapere se posso fare il vaccino al mio bambino avendo saputo che è stato a contatto con un bambino con una malattia infettiva, o sarebbe necessario farlo fra un mese?
Il fatto è che io non sapevo che quel bambino era infetto e quindi mio figlio ha giocato per un pò di tempo con lui…la mattina seguente mi sono recata all’asl per la vaccinazione e mia mamma mi ha chiamato al telefono dicendomi che il bambino con cui mio figlio aveva giocato la sera prima aveva una malattia infettiva.
A quel punto me ne sono andata e non ho più fatto la vaccinazione al mio bambino siccome ho molta paura che abbia incubato la malattia.
Vi chiedo di togliermi questi dubbi dalla testa visto che mio figlio frequenta un asilo nido e potrebbe stare sempre a contatto con bambini infetti.
Inoltre vorrei sapere se la febbre che viene quando dopo una vaccinazione può essere contagiosa siccome a settembre nascerà la mia bambina.
Mi scusi il disturbo ma ho proprio bisogno di schiarirmi le idee….Infinite grazie aspetto una vostra risposta con la speranza che sia il prima possibile.

 

 

Non specifichi da quale malattia infettiva sarebbe affetto l’amichetto del tuo bimbo, non specifichi a quale vaccinazione avrebbe dovuto essere sottoposto tuo figlio, quindi ho difficoltà a darti una risposta compiuta. Data l’età, è possibile che dovesse praticare la vaccinazione trivalente antimorbillo parotite e rosolia. Se così fosse, tale vaccino, composto da virus vivi attenuati, potrebbe dare alcune lievi innocue reazioni dopo 5, max 10 gg dall’inoculazione che minano sostanzialmente alcuni dei sintomi che caratterizzano le tre malattie virali contro le quali vuoi immunizzarlo e il bambino produrrebbe anticorpi protettivi dopo due tre settimane. Lo stato generale dell’organismo non sarebbe affatto compromesso da queste probabili ma non frequentissime reazioni e questo anche se dovesse comparire febbre molto alta: il bambino non sarebbe contagioso per te che aspetti la sorellina e anche qualora fosse stato contagiato dall’amichetto, il suo sistema immunitario reagirebbe come sempre e l’ipotetica malattia da lui contratta non ne risentirebbe per nulla. I bambini piccoli sono, inoltre, come sai, costantemente esposti a virus e batteri e lo sono tanto più da piccoli, proprio nel periodo della loro vita tartassato dai vaccini e dai loro richiami: è, pertanto, impossibile pensare che debbano essere sottoposti a vaccinazione solo i bambini sicuramente senza malattie in incubazione visto che, tra l’altro, l’incubazione di quasi tutte le malattie, almeno fino ai due o tre giorni che precedono i sintomi classici, decorre del tutto asintomatica. Pertanto puoi tranquillamente far vaccinare il tuo bimbo se al momento sta bene e non devi farti condizionare da preoccupazioni infondate.

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone