Un’eccessiva sudorazione nelle prime ore di sonno


 

Gentilissima Dottoressa,

il mio bimbo, Luca, di quattro anni, molto spesso la sera prima di addormentarsi e per un’oretta durante il sonno, suda moltissimo, al punto che si bagnano anche i capelli.

Ovviamente ho potuto constatare che non dipende dal fatto che possa aver caldo perché succede anche e soprattutto durante l’inverno e nonostante sia poco coperto.

Ho provato a parlarne con la mia pediatra che, però, non ha saputo fornire una spiegazione.

La ringrazio anticipatamente per la risposta e / o il consiglio che vorrà darmi.

Saluti.

Cristina

La sudorazione notturna abbondante è una caratteristica di molti bambini. Solitamente viene spiegata con una eccessiva attivazione del sistema vagale neurovegetativo, più attivo di notte durante il sonno che di giorno, durante la veglia e in questo caso non ci sarebbe molto da fare, ma a volte il problema può ridursi aggiustando un po’ l’alimentazione in quanto anche una glicemia alta può provocarlo, come avviene nei soggetti diabetici, o più precisamente una eccessiva secrezione di insulina in seguito ad abbondante assunzione di zuccheri.

Sicché anche un bimbo senza problemi di diabete, se assume troppi carboidrati o troppi zuccheri specialmente nelle ore precedenti il sonno (tisane zuccherate o con miele, latte e biscotti dopo cena o altro) può sudare molto di notte. Ma in caso di sudorazione notturna eccessiva sarebbe bene far controllare il bimbo dal pediatra perché essa può dipendere da molte cause come, per esempio, una pregressa infezione alle vie respiratorie, una pregressa somministrazione di antipiretici che, una volta esaurito il loro effetto, nei giorni successivi possono scatenare il così detto effetto rebound con tentativi dell’organismo, con la sudorazione, di abbassare la temperatura corporea anche se non ce n’è bisogno per compensare l’effetto svanito del farmaco che non viene più somministrato da alcune ore o giorni.

Anche infezioni come la mononucleosi o altre che si caratterizzano per la loro lunga durata possono dare sudorazione notturna, così come un ipertiroidismo, un reflusso gastroesofageo (quest’ultimo deve sempre essere tenuto a mente in caso di eccessiva sudorazione), fino ad arrivare a malattie decisamente più impegnative come linfomi o tbc, ecc.

È per questo che, pur senza allarmismi, è bene che il pediatra che è in grado di visitare il bambino lo faccia in modo da escludere senza ombra di dubbio tutte le possibili cause, anche quelle più remote, magari procedendo anche a qualche analisi di massima come emocromo, ves, tsh e, perché no? rx torace. Non sarebbe sbagliato, poi, misurare la temperatura corporea al piccolo per alcuni giorni in varie ore della giornata inclusa la notte per poter poi riferire i valori al medico curante in modo che si orienti meglio. Comunque bisogna ricordare che i bambini possono sudare copiosamente anche nella fase di sonno durante la quale si formano i sogni, cioè durante la fase rem.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento