Tossisce emettendo un suono strano


 

Buongiorno dottoressa,

le scrivo per avere il suo preziosissimo parere.

Premetto che il mio bimbo di 11 mesi è ancora allattato al seno, oltre a prendere le sue pappe.

Da diverso tempo, non saprei dirle da quanto perché la cosa è soggettiva, non capita tutti i giorni e comunque non è mai stata continua, però sicuramente da qualche mese, succede che quando il pupo ha un colpo di tosse emette un suono tipo foca.

Attenzione, capita perché magari gli va di traverso la saliva, non ha mai avuto né tosse, né raffreddore, solo un po’ di gola arrossata tempo fa, curata con Antalfebal.

La cosa strana è che in tutto questo tempo il disturbo non è mai né peggiorato, né sparito.

Ieri l’ho portato dalla pediatra per il bilancio di salute, lo ha guardato in gola e, dato che non ha riscontrato nulla, ho spiegato quello che gli capitava.

Lei mi ha parlato di un "suo" modo di tossire dato che dalla visita alla gola non c’era nulla. Quando stavamo per andarcene il bimbo ha tossito, ed ha potuto sentire il rumore, mi ha cosi prescritto dei medicinali da fargli con aerosol (Breva e Aircort).

Quando ho letto che i farmaci in questione servivano principalmente per asmatici ho evitato e sentito un altro pediatra che mi ha consigliato di farlo vedere a un otorino, cosa che farò stasera. Il problema è che sul bugiardino del farmaco Aircort si parla di (croup) laringospasmo?

Sono terrorizzata solo all’idea. Mi darebbe un suo personale parere?

La ringrazio infinitamente, Roberta

Una tosse secca, cioè non produttiva di catarro, che si esprime con colpi di tosse caratterizzati da una particolare sonorità roca ma nello stesso tempo rumorosa e musicale, a metà tra il guaito di un cane e i richiami di una foca farebbe pensare ad una laringotracheite oppure al particolare suono che viene prodotto in caso di tosse da un laringe malacico, cioè dalle pareti non molto rigide ma molli, come possono avere alcuni bambini per loro transitoria caratteristica destinata a scomparire con gli anni.

In questo caso si tratta di bambini che ogni tanto emettono un rumore roco e nello stesso tempo stridulo quando sono affannati o quando inspirano aria un po’ velocemente, oppure durante il pianto, sempre in fase inspiratoira.

Per la malacia del laringe non c’è nulla da fare, non è una patologia e scompare con la crescita; per una tosse dovuta a laringotracheite si può utilizzare una terapia locale per aerosol con un cortisonico per ridurre lo stato infiammatorio delle prime vie respiratorie.

Ovviamente il cortisone, quale antinfiammatorio, si utilizza molto anche in caso di asma, ma la sua utilità è molteplice. Quello che conta è impostare una diagnosi sicura e, pediatra o otorinolaringoiatra che sia, lo può fare solo chi è in grado di visitare il bambino.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone