Tosse secca e fastidiosa

0
2165

 

Gentile dottoressa,

leggo sempre con interesse le sue risposte e le trovo davvero utili.

La mia bambina di 5 anni 15 gg fa ha avuto febbre alta per circa due giorni senza altri sintomi, quando era ormai sfebbrata è comparsa una tosse secca e fastidiosa che abbiamo curato con aerosol con prontinal e una compressa di bentelan la sera per due sere.

A distanza di 15 gg, dopo un solo giorno di raffreddore, è ricomparsa una tosse secca e insistente molto fastidiosa. La pediatra le ha prescritto il bentelan mattino e sera per 3 gg più aerosol con prontinal. Questa notte è stata terribile, ha iniziato a tossire in maniera convulsa e ininterrotta, ho acceso l’umidificatore e le ho fatto un aerosol, dopo un po’ si è calmata. Le dirò che mi sono un pò spaventata, nessun rimedio ha alleviato il problema (miele, acqua, sciroppo…), solo l’aerosol.

Cosa ne pensa? Cosa fare se dovesse risuccedere?

Leggo che la laringite (se lo fosse) è tipica dei bambini piccoli, ma lei ha già 5 anni…

Mi scusi se mi sono dilungata.

Grazie ancora per le sue preziose risposte.

Michela

Laringiti e tracheiti possono provocare una tosse secca e molto insistente. Di solito si tratta di infezioni virali banali e i rimedi sono solo sintomatici come gli antinfiammatori o i rimedi della nonna costituiti da latte caldo, miele e così via. Bentelan e prontinal sono entrambi cortisonici e hanno senz’altro ridotto l’irritazione delle vie respiratorie e di conseguenza la tosse. Ma una irritazione alle prime vie respiratorie si combatte anche molto bene con l’umidificazione dell’aria respirata attraverso umidificatore ambientale e aerosol con fisiologica, più o meno arricchito con cortisone da dare o per bocca come il bentelan o per aerosol come il prontinal.

Nei soggetti predisposti, laringiti e tracheiti possono ripetersi per tutta l’età prescolare: ogni bambino ha, di solito, il suo organo bersaglio più fragile e più sensibile alle infezioni rispetto ad altri organi e non è detto che le laringiti siano tipiche dei bambini più piccoli. Se, però, la diagnosi di laringite è accertata, essa, alcune volte, è di origine batterica e non virale e in questo caso, qualora il soggetto soffrisse di laringospasmo, la terapia antibiotica sarebbe da iniziare precocemente perché le laringiti batteriche possono avere un andamento velocemente progressivo fino ad arrecare importanti difficoltà respiratorie.

Un caro saluto, Daniela

Vota questo articolo