Tosse catarrale


 

Gentilissima dottoressa,

mia figlia (compirà 4 anni ad ottobre) ha una tosse catarrale comparsa all’improvviso, senza aver precedentemente avuto né raffreddore né mal di gola, febbre o altro.

Per il momento tossisce poco ma quando lo fa si sente molto catarro. Il pediatra prima di visitarla ha suggerito di fare per qualche giorno aerosol con fluibron (che devo ancora iniziare).

Vorrei sapere un suo parere su quale potrebbe essere l’origine di una tale tosse. Le preciso inoltre che la bambina è allergica (acari, gatto, alcuni pollini presenti però in primavera) ed è stata sottoposta a profilassi fino alla fine della primavera. Ha avuto frequenti broncospasmi prima dell’inizio della profilassi ma si manifestavano con tosse secca e stizzosa che poi risolveva in tosse grassa.

Potrebbe essere una conseguenza/manifestazione delle sue allergie? In questo caso il fluibron sarebbe controindicato? Meglio una visita prima di iniziare una qualche terapia?

La ringrazio anticipatamente.

Certamente è meglio una visita prima di decidere la terapia: la tosse con catarro può dipendere da molte cause anche se le più frequenti sono le infezioni virali che, però, possono rimanere confinate alle prime vie respiratorie, cioè non andare oltre ai bronchi, oppure possono anche provocare focolai broncopolmonari.

L’assenza di broncospasmo e della classica tossetta secca e insistente dei soggetti allergici, poi, non esclude una forma allergica visto che la bimba è stata sottoposta a terapia profilattica fino a poco tempo fa e una tosse con catarro può anche essere di origine batterica, quindi avere bisogno di antibiotico e questo anche senza febbre.

Quindi non posso aggiungere nulla di più come consiglio senza visitare la bimba e anche il tuo pediatra poco altro potrà dire e pensare senza visitarla. Pertanto, specie se la bimba non ha febbre o malessere particolare, puoi aspettare tre, massimo quattro giorni con il solo fluibron – ma la necessità di questo farmaco è tutta da provare – dopo di ché, se la tosse dovesse persistere, dovrai assolutamente far visitare la bimba da qualcuno per tranquillità.

Un caro saluto, Daniela

 

 

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone