Tornare all’allattamento al seno esclusivo a nove mesi


 

Gentile Dottoressa,

le scrivo per un parere sull’allattamento esclusivo.

Ho dovuto vaccinarmi contro la rosolia nel mese di marzo scorso e dopo varie informazioni prese poiché avevo paura di conseguenze negative per la mia bimba di 9 mesi, ho continuato ad allattarla, ma ho introdotto anche un latte artificiale suggerito dal pediatra.

Da premettere che il pediatra e l’ufficio vaccini della mia città mi avevano detto che era preferibile interrompere l’allattamento ma io non me la sono sentita.

Adesso, passato un mese e più, tutto è andato bene, nel senso che la piccola non ha avuto alcuno tipo di problema a causa del vaccino e stavo pensando di sospendere il latte artificiale perché la mia bimba, malgrado sia passato tanto tempo, continua a preferire il seno ed i biberon spesso lo lascia a metà.

Se ricomincio l’allattamento al seno esclusivo possono esserci controindicazioni? Le dico che la pupa adesso ha dieci mesi e pesa circa 10 kg.

Grazie. Saluti

Lascia perdere il latte artificiale e le preoccupazioni inutili. Allatta la tua bimba tranquillamente finché lei ne avrà voglia e goditi la Pasqua in santa pace.

Il virus attenuato del vaccino antirosolia, in rari casi, può trasmettersi al bambino attraverso il latte materno, è vero, però, a parte il fatto che anche se succedesse, con molta probabilità la piccola rimarrebbe asintomatica, in una bimba di 9 mesi cosa vuoi che succeda?

Tieni presente che i bambini vengono vaccinati contro la rosolia a poco più di un anno e la vaccinazione non viene praticata prima non perché sia pericolosa in quanto preparata con virus vivi attenuati, ma soltanto perché, praticata troppo precocemente, lascerebbe una memoria immunitaria specifica debole e breve, mentre gli anticorpi prodotti dopo l’anno di età durano di più.

La tua bimba, inoltre, potrà tranquillamente essere vaccinata contro morbillo parotite e rosolia a tempo opportuno perché anche qualora avesse contratto il virus attenuato attraverso il latte materno, non avrebbe prodotto tolleranza immunologica e la vaccinazione non farebbe altro che rinforzare e risvegliare la sua immunità specifica. Quindi il problema che mi poni è un falso problema.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone