Togliere il pannolino a due anni: come cominciare?


 

Salve Dottoressa,

ho una bimba di due anni e vorrei approfittare dell’estate per provare a toglierle il pannolino, ma non so proprio da dove cominciare cosa mi consiglia?

Grazie per la sua attenzione

Ti consiglio di aspettare che sia la bimba stessa a farti capire o che l’ha già fatta e se ne è resa conto, o che la sta facendo e, magari, si sente un po’ a disagio perché vorrebbe provare a trattenerla ma non ci riesce  o, meglio ancora, che sente lo stimolo e la vuole fare ma senza pannolino.

Tutta questa presa di coscienza, di solito, se non viene indotta da un condizionamento materno, non si manifesta spontaneamente prima dei due anni e mezzo e a volte anche tre e buonsenso vorrebbe che i tempi dei bimbi fossero rispettati.

Però, se vuoi comunque abituarla fin d’ora – ma non ti lamentare se ci saranno ricadute o se avrà, magari, problemi con la cacca – non c’è altro da fare che scoprirla, toglierle il pannolino e, ad orari regolari ,ogni tre ore, sederla sul vasino, distrarla ed intrattenerla per un quarto d’ora e, qualora il teatrino non fosse stato efficace, senza rimettere il pannolino, riprovare dopo altre tre o quattro ore, meglio se ad orari piuttosto regolari.

Per abituare un bimbo a controllare gli sfinteri bisogna, però, non rimettere il pannolino in caso di insuccesso, non rimproverarlo se si bagna ed avere molta pazienza.

Il pannolino tolto, invece, quando è il bimbo stesso ad avvertire la mamma che desidera essere cambiato perché bagnato o che desidera che gli venga tolto perché vuole fare la pipì come i grandi, avrà maggiori probabilità di portare a successi definitivi l’acquisizione di questo processo di continenza.

Di solito, per i primi mesi si toglie solo di giorno lasciandolo la notte, poi, dopo alcune notti trascorse senza bagnare il pannolino, cioè con pannolino asciutto al risveglio, si può tentare di toglierlo anche di notte.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone