Tingersi i capelli in allattamento


 

Salve

Sono la mamma di una bimba di 44 giorni e la sto allattando al seno con aggiunta del latte in polvere della Plasmon.

Ho tantissimi capelli bianchi e volevo sapere se potevo coprirli con una tinta non aggressiva ma di ottima marca ( mi sono sempre tinta i capelli).

Grazie

Devi cercare un prodotto possibilmente vegetale essenzialmente privo di ammoniaca, parafenilendiammina, monoxinol. Se sei bruna potresti anche utilizzare l’henné, ma quello privo di additivi, coloranti e fissativi che, però, da una colorazione rossastra che non sempre è gradevole.

Altrimenti puoi acquistare la marca SANOTINT LIGHT, oppure cercare delle tinture ad acqua prive di ammoniaca e renderle un po’ più durature mischiandole ad una piccola quantità di una tinta analoga semipermanente, cioè poco aggressiva. L’ideale sarebbe tingere il capello senza spargere la tinta sul cuoio capelluto, dove si potrebbe assorbire, ma se si deve mascherare una ricrescita di capelli bianchi questo non è possibile.

Mèches e colpi di sole, comunque, si possono fare perché la colorazione parte da alcuni millimetri sopra al cuoio capelluto. In linea di massima, comunque, benché gli studi sulla pericolosità e tossicità dei prodotti chimici contenuti nelle tinture per capelli siano tutt’ora in corso e in continuo aggiornamento, le tinte attuali non contengono prodotti pericolosi in quantità come alcuni decenni fa e sono molto più sicure di un tempo, ma vanno comunque scelte con cura privilegiando prodotti sulla cui confezione sono elencati in italiano tutti i componenti, scartando le tinture permanenti e, come ho detto, i prodotti contenenti ammoniaca, resorcina, parafenilendiammina, possibilmente anche nichel e stabilizzanti vari.

Diffida dei prodotti di erboristeria anche se si dicono naturali se sulla confezione non sono indicate con cura tutte le sostanze in essi contenute. Comunque in allattamento e per giunta misto e non esclusivo, con un po’ di attenzione e buon senso le tinture si possono fare.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento