È tempo per la seconda minestrina


Cara dottoressa,

le ho scritto qualche tempo fa per un problema di cistite della mia bambina di 11 mesi. Risolto questo problema, mi chiedo perché la bambina continui a svegliarsi 2-3 volte la notte. Va comunque sicuramente molto meglio rispetto a quando aveva la cistite, ma mi dispero perché è come se lei volesse dirmi qualcosa ed io non la capissi.

Se la metto accanto a me è addirittura peggio. È appena spuntato l’ottavo dentino, quindi per il momento non dovrebbero esserci altri denti in arrivo. Inoltre, da un po’ di tempo mangia di meno. Tra colazione e meta’ mattina prende in tutto circa 200 grammi di latte, a pranzo se va bene la pastina (con carne o pesce o formaggino, più passato di verdure), oppure pane e pera grattugiata, il pomeriggio la allatto io, la sera prende solo il latte (210 grammi) con due cucchiaini di biscotto granulato.

Ho anche pensato che la notte si svegli per fame ma non è così. La sera la metto a letto alle 21.30, ma l’orario del risveglio non si mantiene costante: può svegliarsi alle 7 come alle 11.

So che a volte ci vorrebbe la bacchetta magica per capire i bambini, ma se lei potesse darmi qualsiasi consiglio o incoraggiamento per me sarebbe molto importante.

Grazie mille

 

 

È ora della seconda minestrina la sera. Una sola a 11 mesi non è sufficiente: il latte serale apporta, sì, le calorie necessarie, ma è un alimento che da solo non basta più. Fai controllare la piccola dal pediatra per capire se potesse essere un po’ anemica, nel senso di una anemia da carenza di ferro. la carenza di ferro può disturbare il sonno.

Anche con l’introduzione della seconda minestrina potrai continuare ad allattarla tre volte, mattina, pomeriggio e, volendo, dopo cena, ma due pasti al cucchiaio ormai sono necessari. Inoltre, quando tende a svegliarsi tardi, svegliala delicatamente non oltre le nove.

Per i risvegli notturni non prenderla nel lettone: al massimo cullala un po’ per farla riaddormentare ma, ripeto, specie se sta crescendo molto in altezza, un emocromo e una sideremia, ammesso che non li abbia già controllati di recente, non guasterebbero e già che ci sei, anche un esame delle urine.

Un caro saluto, Daniela

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone