Sviluppo cranico e convulsioni

Salve dottoressa. Le scrivo per chiederle un parere riguardo la circonferenza cranica della mia bambina di 2 mesi, che a differenza di peso ed altezza, corrisponde ad un percentile basso.
La bambina è nata con un peso di 2770 gr, lunga 47 cm e con una cc di 32,5 cm. Ad un mese la cc era 34 cm (5 percentile)
Ora a due mesi pesa 4700 gr, è lunga 55 cm ed ha una cc di 36 cm (sotto il 5 percentile). La bambina è stata visitata da una neuropsichiatra (a causa di convulsioni neonatali) che escluderebbe craniostenosi in quanto la forma della testa è regolare e non ha sentito “creste” al tatto. Ha però sentito la fontanella piccola.
Non mi ha parlato di microcefalia, ma ho un dubbio in proposito: a causa dell’episodio convulsivo al quale ho accennato prima, la bambina è stata sottoposta ad ecografia cerebrale in seconda giornata, ed a risonanza magnetica in terza giornata ed ancora a 5 settimane; questi esami seppur eseguiti con un altro scopo, avrebbero mostrato ai medici un eventuale rischio o presenza di microcefalia (pertanto è questa la ragione per la quale la npi non ha accennato a questa possibilità)?
E ancora, la crescita della circonferenza cranica misurata finora è da considerarsi sufficiente? Aggiungo, per quanto possa essere un dato irrilevante, che il padre della bambina, così come il nonno paterno, bisnonno e più in generale diversi parenti da parte di padre, hanno la testa piuttosto piccola (mio marito ha una circonferenza cranica di 55 cm).
La ringrazio infinitamente.

 

Non specifichi se la bimba è nata a termine o leggermente prematura, pertanto non riesco ad inquadrare correttamente i suoi percentili sia di nascita che attuali ma posso ragionare sul suo accrescimento. Alla nascita, infatti, benché tutti i suoi parametri – peso, lunghezza, circonferenza cranica – fossero nella fascia di normalità, già si poteva notare una lieve discrepanza tra peso (percentile più alto rispetto all’alla lunghezza e alla circonferenza cranica) e, appunto, il suo sviluppo schelettrico, cioè lunghezza e circonferenza cranica, colocati entrambi su un percentile leggermente inferiore rispetto al peso. Al secondo mese i tre parametri hanno mantenuto più o meno le stesse proporzioni, cioè, valutati separatamente, sono tutti aumentati in modo regolare, soprattutto il peso ha dato soddisfazione, mentre sia la lunghezza che la circonferenza cranica, pur essendo aumentati in modo regolare ( in media un chilo al mese per il peso, 4 cm e poco più al mese per la lunghezza e 2 cm per la circonferenza cranica) considerando i valori di nascita, in proporzione sembrano disarmonici rispetto all’accrescimento ponderale. Per quanto riguarda la fontanella e il dubbio di craniostenosi: bisongerebbe sapere le sue dimensioni alla nascita perché probabilmente era già piccolina allora. Quello che importa è che la sua velocità di chiusura non sia aumentata, cioè che si mantenga così com’è o quasi fin verso l’ottavo mese e non tenda a chiudersi in anticipo. Se, poi, la velocità di crescita del cranio si mantenesse attorno ai 2 cm al mese almeno fin verso l’ottavo mese, io proprio non mi preoccuperei sprattutto se vi è familiarità per quanto riguarda le teste piccoline e se i valori della circonferenza si mantengono su percentili entro la fascia di normalità senza tendenza all’arresto di crescita, cioè curva di crescita della circonferenza sostanzialmente parallela alla curva di normalità anche se su valori un po più bassi. L’ecografia cerebrale, possibile finché la fontanella non è del tutto saldata non è predittiva per quanto riguarda la craniostenosi o le dimensioni definitive del cranio: essa evidenzia soltanto le strutture intra cerebrali, le possibili loro anomalie o la presenza o meno di emorragie cerebrali, di dilatazioni ventricolari o altre patologie. Pertanto, almeno da questo punto di vista, io starei serena. La valutazione e l’inquadramento dell’episodio convulsivo neonatale è altra cosa e, a mio avviso, non è da mettere in relazione con lo sviluppo del cranio.

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone