Svezzamento gemelli e riduzione delle poppate al seno


 

Buongiorno Dottoressa,

mi sono appena registrata e le sottopongo subito i miei dubbi.

Il 2 gennaio di quest’anno ho dato alla luce due meravigliosi bimbi , Olivia e Tommaso, gemelli dizigoti. Sono nati alla 37esima più 3 giorni,Olivia pesava 2.290 Tommaso 2090. Sono stati per 4 giorni nelle cullette termiche in neonatologia ma io ho cercato subito di allattarli al seno.

Tornati a casa ho continuato ad allattarli quasi esclusivamente al seno, solo sporadicamente ho dato delle integrazioni di Nidina. Li ho allattati insieme , prima uno e poi l’altra, di giorno, di notte, insomma l’ho voluto fortemente.

Il pediatra che li segue mi ha proposto a circa 4 mesi e mezzo di iniziare a sostituire una poppata, quella del pranzo, con una prima pappa.I o ero un po’ perplessa perché mi sembrava troppo presto ed ho aspettato un po’, ma temendo che il mio latte cominciasse a scarseggiare e preferendo le pappe al latte artificiale, diciamo che da circa un mese ormai ho cominciato lo svezzamento in questo modo : la mattina il latte il mio (perché ancora ne ho) o quello artificiale circa 180 ml, metà mattina (ma non sempre perché a volte dormono fino all’ora della pappa) un po’ di frutta, alle 12.30/13.00 la pappa con brodo vegetale(350 ml in totale) un po’ di verdure passate (carota o finocchio patata) circa 8 cucchiai (in totale) di farina riso mais tapioca, 2 liofilizzati di carne, 2 cucchiaini di olio d’oliva, 2 cucchiaini di parmigiano.

Intanto la domanda è: i quantitativi sono corretti?I bimbi all’inizio hanno avuto giorni in cui non la volevano e si volevano attaccare al seno, poi hanno cominciato ad accettarla.

Il pomeriggio do frutta (tipo una mela e una banana sempre in totale) diluita con un po’ d’acqua o con latte o con crema di riso e poi verso le 19.30/20 circa altro latte, il pediatra mi ha detto che dovrei dare circa 400/500 ml di latte ciascuno al giorno.

La sera fanno un pausa più lunga però poi una o due volte si svegliano e a volte si riaddormentano dopo un po’ di coccole oppure si vogliono attaccare al seno. Pensavo che crescendo allungassero il loro sonno e non so se ciò dipende dal fatto che mangiano magari poco o è una fase ancora fisiologica.

Inoltre il pediatra mi ha detto che visto che il 2 luglio compiono 6 mesi posso inserire il semolino e anche una seconda pappa serale .Ma i miei dubbi sono : intanto vorrei sostituire il liofilizzato con carne fresca ma non so come si prepara la carne fresca omogeneizzata e in che quantità metterla nella pappa del pranzo e poi in cosa dovrebbe consistere la pappa della sera?

Scusi se le domande sono tante ma sono un po’ confusa e ci terrei al suo parere. Tra l’altro scrivo forse un po’ alla rinfusa perché il tempo è sempre poco.

Grazie in attesa di risposta la saluto e a presto

Manuela

 

Le quantità di pappa sono più o meno giuste e i bimbi, ormai piuttosto abituati, penso si sappiano regolare da soli lasciando qualcosa ogni tanto o chiedendo altro se hanno ancora fame, ma penso che per un altro mese se non di più siano quantità corrette. La seconda pappa serale può essere iniziata dopo un mese dalla prima e se di giorno i bimbi hanno mangiato carne, di sera mangeranno formaggio o viceversa.

La quantità di carne bianca (coniglio, agnello, tacchino, pollo) sarà di 30 gr a porzione cioè 60 gr più o meno pesata cruda. Poi la spezzetterai e la farai cuocere a vapore poggiata su un piattino a sua volta poggiato sul pentolino dove bolle il brodo vegetale a sua volta coperto con un coperchio. In 10 minuti o poco più la carne è cotta e va messa nell’omogeneizzatore assieme ad alcune cucchiaiate di verdure cotte, cioè quelle che aggiungerai al brodo vegetale.

Puoi allungare il tutto con un po’ di brodo vegetale e omogeneizzare come da istruzioni allegate all’apparecchio. La crema che si formerà andrà ulteriormente diluita con brodo vegetale caldo e vi verranno sciolti, come al solito, i cucchiai di farine precotte.

Se vuoi puoi aggiungere la farina ai 5 cereali e il semolino precotto e se tutto andrà bene potrai iniziare con il semolino da cuocere, più olio e parmigiano come al solito. Brodo vegetale con verdure passate e carne cotta e omogeneizzata possono anche essere congelati in freezer in monoporzioni, cioè in porzioni adatte per una pappa alla volta che potrà essere scongelata a bagno maria volta per volta, travasata da tiepida in un pentolino per cuocervi il semolino al momento.

Se vuoi preparare il brodo vegetale con carne una sola volta alla settimana devi calcolare la quantità per una porzione, nel tuo caso doppia e moltiplicarla per sette, sia per la verdura che per la carne, puoi usare carne mista di coniglio, tacchino, pollo, ecc. in quantità di circa mezzo chilo da cruda, cuocerla a bagno maria omogeneizzarla ecc., ecc. Potrebbe essere una soluzione pratica.

Pensando alla pappa della sera, puoi preparare solo brodo vegetale con le verdure omogeneizzate o frullate dentro, scongelarlo e sciogliervi il formaggino ipolipidico o la ricotta di mucca in quantità per porzione simili a quelle della carne. Per tutto questo ti servirà, però, un freezer grosso e capiente, ma se ci farai l’abitudine, visto che hai due bimbi, ti servirà e ti farà risparmiare tempo, fatica e gas.

Per quanto riguarda le poppate notturne: purtroppo, quando un lattante trova latte al seno, non se ne dimentica tanto facilmente anche se è sazio. Vedrai, però, che la pappa serale diminuirà la richiesta di latte notturna, almeno spero e se così non fosse, abituerai i bimbi piano piano ad avere il seno soltanto una volta poi nemmeno quella, ma questo, se non sono i bimbi ad arrivarci da soli, succederà non prima di due o tre mesi se tutto andrà bene e non devi avere tanta fretta che succeda ora a meno che tu non ti senta esaurita, ma dalla tua lettera questo non traspare.

Un caro saluto e in bocca al lupo, anzi, ai lupetti! Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone