Svezzamento, allattamento e abitudini del sonno


 

Buongiorno dottoressa,

sono mamma di Giulia, nata il 22.03.2009, che pesa attualmente kg 8 ed è lunga cm 69.

La bimba è molto sveglia e precoce: sta a quattro gambe e si mette seduta da sola e tende ad appendersi e tirarsi in piedi già da un po’. Inoltre ha messo il primo dentino un mese fa ed ora siamo a quattro.

È sempre stata allattata solo al seno e già a quattro mesi pesava sette chili. Abbiamo provato con la frutta dopo il quarto mese, ma non l’ha mai gradita molto né omogeneizzata, né grattugiata, mentre voleva sempre i pezzi interi.

Da un mese abbiamo iniziato a provare a darle la pappa alla sera (visto che il pomeriggio dorme arriva più rilassata, rispetto al mattino che non dorme più di 30 minuti se va bene), ma con scarsi risultati.

Ho provato crema di riso e non l’ha mai voluta; con la crema di mais e tapioca va un po’ meglio, ma solo se ci sono zucchina o carne o ricotta sciolte dentro, ma non arriva comunque mai a mangiarne più di gr. 80 di brodo. Apre la bocca, ma poi una volta dentro tende a non deglutire la pappa.

Inoltre Giulia non ha mai dormito una notte intera e alcuni periodi si svegliava anche ogni mezzora; ora invece si sveglia verso le 3.30-4.00 e sta sveglia a chiacchierare anche un’ora, poi si riaddormenta solo con la tetta, per poi svegliarsi definitivamente alle 7.30.

Al mattino dorme al massimo mezzora se siamo a passeggio e 3 ore al pomeriggio. Nessun altro sonnellino fino alle 21.00.

Io sono molto provata dal sonno e dal fatto di doverla allattare sei volte al giorno e vorrei che prendesse la pappa, ma non so proprio cosa fare e sono tentata dal darle il latte artificiale (tornerò al lavoro solo tra quattro mesi). La prego mi aiuti!

Grazie e buon lavoro, Giorgia

Se continuerai ad allattarla così spesso la piccola prima di tutto non avrà mai abbastanza fame per accettare i nuovi sapori, poi non si abituerà mai a dormire a lungo la notte.

Pertanto devi iniziare a dare alcune regole alla piccola: mattina latte materno, metà mattina frutta frullata o omogeneizzata se la prima poppata è stata attorno alle sette e mezzo, otto o di nuovo seno se la prima poppata è stata prima.

Tra le undici e mezzo e mezzogiorno: pappa vegetale con cereali carne olio e parmigiano (facoltativo); ho già ripetuto così tante volte come si prepara che te lo risparmio; poi, dall’una fin verso le tre, massimo tre e mezzo, sonnellino.

Alle tre e mezzo ma non oltre le quattro, ovunque siate, latte materno e da quel momento latte ogni tre ore, se la bimba lo chiede, per altre due o tre volte.

Se la piccola ha problemi di deglutizione con la pappa, non ti resta che aspettare un po’, scegliere il sapore che preferisce andando a tentativi e dando la pappa lentamente senza troppo riempire il cucchiaino. Dopo la pappa, se si stanca a metà, puoi attaccarla al seno ma dovresti rispettare un po’ gli orari per abituare la piccola.

Se questa abitudine di lasciare metà pappa continuasse potresti provare a dare metà pappa di giorno e metà di sera, sempre con un po’ di latte tuo se lo volesse, dopo.

Se il risveglio delle 4 è l’unico della notte, io direi proprio di non lamentarti e di offrirle la tetta se la chiede! A sette mesi cosa pretendi di più ancora in periodo di latte materno? Dovrai fare in modo di recuperare il sonno dormendo quando dorme la piccola, cioè di pomeriggio come fa lei.

Puoi già eliminare la crema di riso e passare a mais e tapioca oppure alla crema multicereali o al semolino di grano e, visto che è passato un mese dalla precedente pappa puoi introdurre la seconda, ma senza preoccuparti delle quantità che riuscirà a mangiare la bimba, che piano piano aumenteranno da sole.

Se ti è possibile, ma sarà difficile, prova a ridurre un pochino il sonnellino pomeridiano o almeno a fare in modo che non si prolunghi oltre le quattro. Ma nel complesso abbi pazienza per alcuni mesi ancora e continua le tue brave quattro poppate con orari che potrai un po’ gestire tu iniziando a distrarre la piccola se piangesse fuori orario.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone