Sveglia anticipata


 

Gentile dottoressa,

sono padre di un bimbo di 14 mesi che nelle ultime settimane si sveglia sempre prima al mattino (oggi alle 4) e che piange ogni giorno con più insistenza. Preciso che da alcuni mesi non ha più avuto problemi a dormire e che dorme nella sua stanzetta con una piccola luce accesa, non abbiamo cambiato alcuna abitudine se non quella di farlo dormire di più nel pomeriggio (ce lo richiede lui).

La sera cena alle 20 e va a letto intorno alle 21.30-22.00, non fa fatica ad addormentarsi, anzi lo poso nel suo lettino gli do il bacio della buona notte ed esco dalla stanza e lui si addormenta subito o nel peggiore dei casi rimane sveglio qualche minuto senza lamentarsi più di tanto.

Al mattino la sveglia era alle 07 (veniva svegliato da noi oppure si svegliava da solo ed aspettava in silenzio che gli portavamo il latte), da qualche settimana ha iniziato ad anticipare la sveglia, ogni giorno di circa 20-30 minuti fino ad arrivare agli ultimi giorni in cui si sta svegliando alle 4 del mattino e dimostra di non avere più sonno.

Preciso che frequenta l’asilo nido dove dorme regolarmente come sempre e che mangia come al solito (è di buon appetito). L’unica analogia con questa situazione l’abbiamo riscontrata quando siamo andati qualche volta in vacanza a casa dei nonni, dove non voleva assolutamente dormire da solo nel lettino e dove si svegliava piangendo nel cuore della notte pur dormendo con noi.

Speriamo ci possa dare qualche consiglio utile o farci notare qualche nostro errore di comportamento. La ringrazio anticipatamente per la sua disponibilità.

Non credo proprio che vi siano errori di comportamento: ipotizzo due possibilità, o il bimbo ha fame oppure si sveglia in seguito a qualche sogno non riuscendo più a riaddormentarsi da solo. Difficile pensare che dorma troppo per le sue necessità durante il giorno, visto che in fondo la sera si addormenta piuttosto facilmente quindi si suppone che sia sufficientemente stanco.

Comunque, se dormisse anche in tardo pomeriggio sarebbe una cattiva abitudine. I bimbi dovrebbero dormire dopo pranzo ma svegliarsi quando c’è ancora il sole e dovrebbero stare molte ore alla luce, uscendo sia di mattina che di pomeriggio. Poi potrebbe abituarsi ad un oggetto transizionale consolatorio da tenere sempre vicino anche di notte oppure, al limite, per un certo periodo, potrebbe dormire nella vostra stanza ma sempre comunque nel suo lettino.

Però se si sveglia solo per fine sonno e non per problemi di agitazione, non mi sembra opportuno cambiare le sue buone abitudini. Altra possibilità è quella di spegnere la lucetta in camera dopo che il bimbo si è addormentato sperando che al buio un parziale suo risveglio possa risolversi spontaneamente con un nuovo addormentamento senza diventare risveglio totale.

Naturalmente la dentizione può fare la sua parte e le gengive possono dare dolori se il bimbo tende a stringere le mascelle quando dorme, così come, camminando ora piuttosto speditamente come penso, il bimbo può avere bisogno di una occasione in più per stare a contatto anche fisico con la mamma o con il papà. Insomma, fondamentalmente nulla di grave, basta avere un po’ di pazienza e di capacità di ascolto dei piccoli e grandi bisogni del bimbo, che variano giorno per giorno, soprattutto in questo complesso periodo della sua vita.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento