Strano eritema

0
381

 

Dottoressa buongiorno,

premetto che mi rivolgo a lei prima di aver portato la bimba a vedere dalla sua pediatra perché purtroppo questo è un periodo in cui al lavoro né io né mio marito abbiamo tregua e purtroppo, pur sentendoci genitori di serie b, non abbiamo proprio un secondo per portarla.

Chiedo quindi al momento un suo parere.

Chiara, la mia bimba di 22 mesi, presenta da circa una settimana una specie di eritema sulla schiena o meglio sul solo fianco destro, parte da sopra il bordo del pannolino ed arriva fino a poco sotto la scapola.

Non le prude, lei nemmeno se ne accorge se non quando la cambio e le passo io la mano per lavarla quindi solo a quel punto si gratta.

Non capisco da cosa possa dipendere, credevo fosse la solita reazione ai frutti rossi (già sperimentata con la fragola) dato che ha mangiato nel giro di tre giorni proprio due yogurt ai frutti rossi, ma non va via? Può durare così tanto?

Posso al momento provare comunque ad utilizzare qualche prodotto specifico o a fare qualcosa in attesa, nel caso non scompaia, di portarla a vedere?

Grazie

Direi che è veramente impossibile anche soltanto orientarsi su cosa possa avere la bimba senza nemmeno una foto e con una semplice definizione di eritema che vuol dire soltanto cute arrossata, ma non descrive se vi sono macchie, bolle, pomfi, zone ruvide desquamanti e via discorrendo: può trattarsi di una allergia da contatto, di una dermatite allergica – ma in tal caso perché proprio localizzata sul fianco e non più diffusa?- o di tante altre cose che sarebbe inutile elencare.

Io credo che, a meno che non vi sia il sospetto di una forma infettiva, visto che il prurito non è il sintomo dominante, si potrebbe tentare di applicare su una piccola zona arrossata – non tutta la zona nel suo complesso – due volte al giorno una crema a base di cortisone e se l’arrossamento si riducesse drasticamente anche confrontato con la zona non trattata e questo avvenisse già dopo poche somministrazioni, la natura allergica dell’eritema sarebbe confermata mentre se l’arrossamento dovesse persistere bisognerebbe sospendere il trattamento e fare visitare la bimba.

È necessario, però, ripeto, poter escludere con certezza la natura infettiva dell’eritema, altrimennti il cortisone peggiorerebbe la situazione. Purtroppo non posso spingermi oltre. Se il problema dovesse persistere potresti inviarmi una foto, ma anche in questo caso ogni mia affermazione dovrebbe essere poi vagliata dal medico che avrà la possibilità di vedere di persona il problema.

Un caro saluto, Daniela

Strano eritema
Vota questo articolo