Sonnellino pomeridiano travagliato


 

Cara dottoressa,

Ho un bimbo di 11 mesi e ho seria difficoltà a farlo addormentare durante il giorno. Lui fa un pisolino la mattina e uno pomeriggio, ma si addormenta solo se lo tengo in braccio e lo coccolo, dondolo e gli canto una canzoncina. Ho provato a metterlo nel lettino dopo averlo fatto rilassare ma senza successo perché un secondo dopo si alza sul lettino ed è sveglissimo e devo ricominciare tutto da capo.

Ho provato a lasciarlo nel lettino a lamentarsi, nella speranza che dopo un po’ si addormenti ma continua a strofinarsi gli occhi, lamentarsi e agitarsi. se lo prendo in braccio si addormenta altrimenti salterebbe il pisolino con stanchezza per tutta la giornata. La notte invece è un angelo, lo metto nel lettino suo, gli leggo qualcosa e dopo un po’ comincia a girarsi e rigirarsi nel lettino ma dopo un po’ crolla.

Cosa posso fare? non ce la faccio più a cullarlo, delle volte anche per un’ora, visto che comincia a pesare anche un bel po’. Come mai ha questa difficoltà? In cosa sbaglio?

Grazie

Ma se di notte il bimbo dorme bene perché tanti sforzi per farlo dormire per forza come vorresti tu anche di giorno? Accetta dei sonnellini più brevi e preparagli il momento del sonno abbassando un po’ le luci, spegnendo la televisione in modo che il bimbo non sia attratto da stimoli esterni che a questa età sono sempre fonte di interesse e di eccitazione. Evidentemente il bimbo è vivace e intelligente e molto preso da tutto quello che avviene attorno a se durante il giorno: pertanto non vuole rinunciarvi chiudendo gli occhi e addormentandosi e si oppone al sonno.

Allora sarai tu a dovere allontanare gli stimoli con la pazienza di stare accanto a lui vicino al lettino come fai la sera. Se il bimbo ha bisogno del contatto fisico prova a dargli una mano o ad accarezzarlo ma se si consola solo in braccio e nemmeno sul passeggino, concedigli pure le braccia oppure, se ti pesa, mettilo accanto a te sul divano o sul lettone oppure abbassa le sbarre del letto e mettiti in poltrona vicina a lui. Fai in modo che non si scateni nell’ora che precede i sonnellini, ma fallo camminare e giocare appena si sveglia fintanto che non si sarà stancato.

Nell’ora precedente ogni sonnellino gli potrai proporre un cartone con una fiaba tranquilla, un po’ di musica ecc. che potrà diventare una piccola abitudine e un riflesso condizionato per chiamare il sonno. Ma se il bimbo non ha sonno non insistere affinché si addormenti per forza: lascia che partecipi seduto sul suo passeggino alle attività di casa senza troppo interagire con lui e alla fine si addormenterà da solo. Ogni bambino ha un suo carattere e delle personalissime esigenze e ogni mamma impara a tirare fuori dal cilindro la fantasia necessaria per inventare la strategia più opportuna. Regole e manuali, in questi casi, di solito falliscono miseramente.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone