Sonnellini e pappa cremosa


Buongiorno,
sto affrontando un periodo particolare con mia figlia di 13 mesi compiuti.

SONNO
il sonno notturno è regolare, va a letto vs 20.30-21.00 e dorme tra le 11 e le 12 ore. Di giorno fino a 1 mese fa circa faceva 1 sonnellino verso le 10.30 e uno verso le 14.30. Ora un sonnellino è poco e 2 sono troppi e ogni giorno è una scommessa sapere cosa fa.

A volte dorme al mattino e perde quello del pomeriggio o viceversa (arrivando ai rispettivi pasti stanca e nervosa) o altre volte fa tutte e 2. Come devo procedere?
 
PAPPE
Ho tentato di darle carne trita, dividerle primo e secondo, ma non sembra pronta. La pastina asciutta con olio, parmigiano e talvolta pomodoro sembra gradirla poi però sul secondo devo tornare al pappone. Le pappe le piacciono cremose e non ama sentire i pezzettini di verdura o altro. Quando è l’ora della merenda le allungo prima un biscotto e anche se teneramente fa dei tentativi di rosicchiarlo. Non sembra molto interessata alla cosa.
Il latte del mattino lo prende dal biberon che gli dò io e non sembra voler provare a prenderlo lei in mano.
Posso aspettare? Continuo con le pappe uniche di verdura cereali e carne/formaggio?
Qual è l’età limite e come si fa a insegnare loro questa diversa alimentazione?
Tra l’altro mia figlia ha già 8 dentini, cammina bene, parla ancora poco ma capisce molte delle cose che le diciamo.
 
Grazie a presto
mamma bis

Cara mamma bis,
perché tanta fretta di fare crescere la bimba?
Se nel complesso ha un sano appetito, approfittane e accordale le pappe cremose, ci vorranno ancora mesi prima che riesca ad apprezzare i cibi da masticare e non c’è nessun motivo perché debba bruciare le tappe più in fretta.
Vedrai che sarà lei a farti capire quando è pronta per cambiare menù: cercherà i cibi nei piatti dei grandi e chiederà a gesti anche cose che non dovrebbe ancora mangiare.
Per ora, quando reclama la sua pappa e tu non sei ancora pronta, approfitta per metterle in mano un pezzetto di pane, possibilmente casereccio e con la crosta, non lo mangerà ma si divertirà a mordicchiarlo e comincerà ad imparare.
Per quanto riguarda i sonnellini diurni, dormendo bene durante la notte, sicuramente non crolla dalla stanchezza di giorno, anche perché ora sarà attratta da mille cose, starà imparando a correre e a toccare tutto e tutte le sue nuove scoperte si traducono in eccitazione che non riesce sempre a gestire.
Però se saprai prepararla e ti organizzerai affinché la sua giornata sia sempre molto regolare, con un po’ di pazienza riuscirai a farla dormire almeno una mezz’oretta due volte al giorno.
Devi essere tu la prima ad essere convinta che un piccolo stacco dalle sue attività è necessario, almeno di pomeriggio se, magari, la mattina si sveglia un po’ tardi e dopo tante ore di sonno non ha voglia di dormire. Ma se la vedi troppo eccitata cerca di farla rposare anche di mattina, non lasciare che si autogestisca, non ne ha ancora le capacità e le regole non potranno che giovarle. Forse di mattina sta molto a casa ed esce poco, non so, perché uscire rilassa i bambini e quando tornano fanno volentieri il pisolino. Lasciale anche il biberon della colazione, è veramente ancora piccolina, con la tazza o col bicchiere prenderà l’acqua e la frutta frullata, che sono quantità inferiori.
Goditela così com’è ora: il tempo volerà e te la ritroverai grande molto prima di quanto pensi…
Un caro saluto,
Daniela
 

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone