Smettere di allattare per cercare un altro bimbo?


Gentile Dottoressa,
sono la mamma di una bambina che ha appena compiuto 12 mesi.
Ho allattato mia figlia in maniera esclusiva fino al compimento del sesto mese (con costanza e determinazione superando non poche difficoltà) poi con lo svezzamento ho diminuito piano piano il numero delle poppate giornaliere.
Adesso attacco mia figlia al seno solo al mattino al suo risveglio.
Abbiamo un bellissimo rapporto e questa diminuzione delle poppate non le ha causato nessun problema pur rimanendo il seno un momento per entrambe di enorme piacere.
Adesso sono in difficoltà e in conflitto con me stessa e con chi mi sta intorno. Sto cercando un secondo figlio.
Ho quasi 38 anni e il desiderio di maternità si fa ancora sentire.
Il problema è che non avendo il ciclo regolare (e con l’allattamento la situazione è naturalmente "peggiorata") la cosa è molto difficile.
Vorrei smettere di allattare la bambina sostituendole la poppata con un bel biberon di latte. Naturalmente questa decisione mi pesa un po’ perchè allattarla è e rimane un momento di estrema complicità però penso anche che forse ripristinando una regolarità a livello di ciclo avrei più possibilità di rimanere incinta.
Il mio compagno e le persone che ho intorno la pensano diversamente.
La vedono come una crudeltà nei confronti di mia figlia e mi vedono come un’egoista specie perchè avendo tanto latte sarei costretta per farlo diminuire gradualmente ad usare il tiralatte e quindi a "gettarlo via".
Sono in conflitto con me stessa…. da una parte sono sicura che mia figlia si adatterebbe anche perchè l’amore che quotidianamente le dimostro potrebbe sopperire alla mancanza del seno, dall’altra ho paura di guardarmi dentro e scoprire che forse sto sbagliando per egoismo.
Vorrei un suo parere che mi aiutasse a decidere.
Grazie mille per l’attenzione,
Tiziana

Cara Tiziana,
stai allattando da un anno e parli di egoismo?!
E le persone che ti stanno intorno e sostengono la stessa tesi, sei sicura che avrebbero loro stesse portato così a lungo un allattamento?
La gente fa presto a giudicare, parlare non costa nulla…
Allora fai una bella cosa: segui soltanto il tuo istinto di mamma, mamma della bimba che hai già e mamma del bimbo futuro che è già nel tuo cuore.
Convinciti che desiderare fortemente una seconda maternità dopo solo un anno dalla precedente è un segno di coraggio, di amore per la vita e di forte istinto materno, tutti presupposti per trovare dentro di te la risposta più giusta al quesito che mi poni, che è soprattutto un problema di coscienza più che un problema medico.
Il ginecologo ti potrà dire quante probabilità in meno hai di restare incinta continuando ad allattare anche solo una volta al giorno e quali sono gli accorgimenti giusti da adottare per riuscirci nonostante tutto. Se ti farà capire e ti dimostrerà che le difficoltà sono realmente inaccettabilmente superiori a quelle che avresti sospendendo l’allattamento, allora potrai tu stessa, in piena autonomia di pensiero e con meno influenze esterne possibili, scegliere se sospendere o meno l’allattamento mentre continui a fare tutto il necessario per una nuova gravidanza.
Quanto alla bimba, se non vi sono problemi di allergia in famiglia e lei stessa non ha mai manifestato problemi di intolleranza, dermatite atopica, asma e così via, un allattamento durato un anno intero è più che ottimale e la natura del dilemma è esclusivamente psicologica.
I tuoi dubbi potrebbero essere risolti se provassi a preparare, al di fuori della poppata vera e propria, un piccolo biberon o bicchierino di latte vaccino per proporlo alla bimba, magari, al posto dell’acqua che berrà senz’altro durante la giornata. Vedi che effetto le farà: magari le piacerà tantissimo tanto da richiederne ancora e allora per te diventerà facilissimo fare quel passo che attualmente ti preoccupa.
Se non fosse così avrai una scusa in più per prolungare un pochino questo periodo idilliaco, sapendo comunque che questo comportamento può solo rendere un po più difficile il concepimento, ma non lo esclude a priori.
Continua a pensare intensamente ad una nuova gravidanza anche ora che stai allattando, vedrai che la psiche farà anch’essa la sua parte e ti darà una mano ad esaudire il tuo desiderio: sei coraggiosa e te lo meriti.
Un caro saluto,
Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento