Sinovite transitoria dell’anca


 

Gentile Dottoressa,

sono la mamma di un bimbo di due anni e 11 mesi che otto giorni fa ha cominciato a zoppicare. Il giorno stesso in cui ha iniziato a zoppicare l’ho portato al pronto soccorso pensando ad un’eventuale caduta avvenuta all’asilo. Il pediatra del pronto soccorso dopo una visita gli ha prescritto un antinfiammatorio (nurofen, da prendere 3 volte al giorno per tre giorni) spiegandomi che il bambino avendo gola e orecchie arrossate poteva aver sviluppato anche un’infiammazione dell’anca.

Mi ha inoltre rassicurata dicendomi che il tutto era normale e che sarebbe guarito nel giro di tre giorni. In effetti nel corso della terapia e il giorno seguente a quest’ultima la zoppia era diminuita notevolmente. Tre giorni fa però ha ricominciato a zoppicare in modo lieve, mentre ieri e oggi ha ricominciato a zoppicare in modo molto evidente soprattutto nel corso della mattinata durante la quale è anche caduto tre volte.

Sottolineo però che ieri pomeriggio la zoppia era meno marcata e il bambino ha giocato e anche corso e saltato come il solito. Ieri mattina l’ho anche portato dalla pediatra la quale mi ha detto che potrebbe trattarsi di sinovite e ha prescritto un’ecografia all’anca. Il bambino non ha febbre, mangia regolarmente e ha un po’ di tosse con catarro da tre giorni. Circa tre settimane fa ha avuto un raffreddore che è durato una decina di giorni. inoltre se gli chiedo dove avverte dolore a volte non mi risponde mentre altre mette la manina appoggiata sul fianco destro.

Ieri mentre correva ho notato che teneva una manina appoggiata nella zona dell’inguine. Sottolineo però che dice di avvertire dolore solo se interrogato e a volte risponde di non aver male da nessuna parte. Durante il giorno e durante il gioco infatti non si lamenta mai.

Volevo sapere quindi se si tratta di sinovite ,è possibile che la zoppia sia ricomparsa al termine della terapia con il nurofen? O avrebbe dovuto scomparire del tutto senza ripresentarsi?

Se non si tratta di sinovite cosa potrebbe essere?

Ho navigato un po’ su internet sulle possibili cause che possono provocare zoppia e devo dire che sono molto preoccupata. Inoltre l’ecografia mi è stata fissata tra 15 giorni, un tempo a mio parere troppo lungo.

Mi sembra assurdo restare a guardare il bambino zoppicare per 15 giorni senza fare nulla!

Ringrazio anticipatamente per un’eventuale risposta e porgo Distinti Saluti.

Federica

La sinovite transitoria dell’anca non dura solo due giorni ma anche una decina. Pertanto, finito l’effetto dell’antinfiammatorio, il dolore può ritornare così come può ripresentarsi in occasione di una successiva infezione, virale o batterica che sia.

Non essere preoccupata più del dovuto e tieni il bimbo a riposo quasi assoluto per alcuni giorni anche se lui non lamenta dolore spontaneo, diciamo per una settimana. Poi, se non avrà più dolore, gli farai riprendere gradatamente la solita vita. Nel frattempo potrai somministrare l’antinfiammatorio a bisogno.

Se il bimbo non si lamenterà di forti dolori potrai aspettare tranquillamente l’appuntamento con l’ecografista, altrimenti lo farai ricontrollare nuovamente dal pediatra o da un ortopedico, ma non penso che ce ne sarà bisogno. Ripeto: la sinovite dell’anca non passa in pochi giorni ed è normale che il dolore sia ancora presente anche se non continuamente.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone