Sinechia: Colpotrophin e irritazione


Buonasera,

vorrei chiederle un parere sull’utilizzo della crema Colpotrophin per trattare la sinechia.

Ho una bimba di quattro anni che presenta questo problema (apertura di circa cinque mm). Da qualche tempo le capita di "perdere" alcune gocce di urina dopo la minzione e questo problema le crea un tale disagio che tende a rifiutarsi di fare la pipì.

Ho iniziato quindi l’applicazione della crema (mattina e sera). Sono passati tre giorni e la zona è diventata rosso fuoco, la bambina non si lascia toccare e continua a lamentare forte bruciore. Ho interrotto l’applicazione e sono tornata alla vaselina per tenere idratata la vagina come da consiglio della pediatra. È normale una reazione del genere o è meglio evitare le creme a base di estrogeni in un caso come il nostro?

Grazie mille


Può darsi che la bimba sia allergica ad alcuni componenti della crema, quindi è meglio sospenderne l’applicazione, anche perché le creme a base di estrogeni, a lungo andare, possono indurre fenomeni di sensibilizzazione locale.

Se, dopo la sospensione e, magari, dopo alcuni giorni di applicazione di una crema antinfiammatoria a base di ossido di zinco, l’infiammazione dovesse persistere, è meglio valutare se ci fosse una vaginite, dovuta, magari, al piccolo ristagno di urina di cui, forse, la sinechia è causa o se la bimba avesse una lieve cistite.

Tieni presente, comunque, che l’applicazione continuata di estrogeni in vagina può alterare la flora batterica e favorire la moltiplicazione di funghi come la candida: essa andrebbe, quindi, ricercata se l’infiammazione vaginale non dovesse passare velocemente dopo la sospensione della crema.

Un caro saluto,

Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone