Semplice regurgito o reflusso?


Buongiorno dott.ssa,
le scrivo per chiederle un parere poiché sono un po’ preoccupata. La mia bimba, Anja, è nata il 26 luglio (DPP 16 agosto). Alla nascita pesava 2,630kg. Ad oggi pesa circa 3,800 kg.

Mangia molto voracemente ed infatti ha problemi di aria nella pancia (per questo le sto dando 2ml al giorno di actenacol). Regurgita praticamente ad ogni poppata ma fino a qui non c’è da preoccuparsi. Da un paio di giorni vomita a getto dopo almeno una delle poppate (in media ne fa 7) e qualche giorno fa mi è capitato che ha mangiato per 10 minuti, ha regurgitato per poi attaccarsi ancora. Questo per altre 3 volte. Raramente mangia tranquilla, spesso è attaccata al seno ma si agita, si attacca e si stacca, scarica stando attaccata al seno, quando la sollevo per farle fare il ruttino piange… sembra non ne abbia mai abbastanza!

Quando deve digerire poi emette dei suoni tipo "grugniti". L’ho portata dal mio pediatra ma lui mi dice che non ha niente. Io ho sentito parlare di reflusso.

Lei cosa mi dice e consiglia?

Aspetto sua gentile risposta e nel frattempo la ringrazio

È possibile che la bimba abbia qualche problema legato al reflusso gastro esofageo, del resto più che fisiologico a questa età, com’è possibile che succhi in modo scorretto ingurgitando molta aria che alla fine della poppata gonfia lo stomaco provocando forti ruttini con emissione di aria mista a latte appena assunto, com’è altrettanto possibile che il tuo latte sia abbondante e scenda con molta facilità e che la bimba ne assuma un po’ più di quanto le sarebbe necessario compensando poi questo eccesso con un rigurgito. Infine durante le poppate potrebbe scatenarsi un vivace riflesso gastro colico con premiti e contratture intestinali per emettere feci con conseguente agitazione della piccola e rigurgito.

In tutti i casi si tratta di evenienze fisiologiche.

Quello che potresti fare è trovare una corretta posizione di allattamento per la piccola durante la poppata con testa reclinata all’indietro ma con il tronco sollevato come fosse seduta e con il viso di fronte alla mammella senza che il collo debba girarsi da un lato per succhiare, una corretta posizione delle labbra attorno all’areola mammaria in modo che riescano a tirare correttamente il capezzolo allungandolo e che il latte esca nella parte posteriore del cavo orale e, se il tuo latte fosse abbondante, dovresti fare una pausa tra un seno e l’altro per favorire l’emissione dell’aria ingerita anche a metà poppata e non solo alla fine della poppata. Comunque, fintanto che la piccola cresce di peso e ha appetito e le sue feci sono regolari come aspetto, non vedo motivo di preoccuparsi troppo.

Cerca di seguire una corretta alimentazione per ridurre le coliche della piccola anche se attualmente si tende a dare sempre meno importanza all’alimentazione materna come possibile causa di coliche gassose del bambino. A mio avviso, comunque, la prudenza non è mai troppa. Soprattutto riduci latte e latticini se ne assumi regolarmente e evita cibi troppo grassi o troppo ricchi di zucchero.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento