Schema alimentare a nove mesi


 

Gentile Dottoressa,

poiché viviamo a Londra abbiamo un po’ di difficoltà ad adattarci alle abitudini alimentari del posto, ho infatti acquistato omogeneizzati italiani perché qui mischiano tutto all’interno dei vasetti (le faccio un esempio:spaghetti alla bolognese).

La mia bimba di esattamente nove mesi da un po’ (tre mesi) non prende peso. Ora è alta 71 cm e pesa 8 kg, mi è venuto il sospetto che il mio latte non fosse più sufficiente.

Infatti questa mattina pesandola dopo la poppata sembrava aver bevuto solo 50 grammi, le ho dato in aggiunta qualche sorso di latte artificiale (ne ha voluti solo 30 grammi, forse perché era la seconda volta che lo assaggiava) ma ho evitato quello in polvere perché ha avuto un episodio di reazione allergica o intolleranza, un paio di mesi fa.

I medici mi dissero che poteva essere stata la polvere. Aveva infatti già mangiato formaggini,parmigiano e io ho sempre bevuto latte vaccino prima e dopo la sua nascita.

Le chiedo un suggerimento sul piano alimentare, fin’ora mi sono regolata così:

– ore 8.00/9.00 colazione, mio latte e un paio di biscotti;
– ore 12.00 pappa (brodo vegetale, mezzo barattolino di omogenizzato di carne, due cucchiai di verdure, uno di olio,uno di parmigiano, crema di riso o mais e pastina) e frutta;
– ore 16.00 merenda mio latte e frutta;
– ore 20.00 pappa (brodo vegetale,mezzo barattolino di omogenizzato di pesce o prosciutto o uno formaggino,un cucchiaio di olio,uno di parmigiano, tre di semolino).

Le sembra vada bene o devo darle più carne (un vasetto a pranzo e non mezzo?), o altro di più? Sono convinta che il latte sia poco, quante volte e in che quantitativo devo dargliene? Qui dicono che il latte deve essere dato tre volte al giorno, ma quando?

La ringrazio anticipatamente dell’aiuto che vorrà darmi.

Un caro saluto

Se la bimba sembra sazia dopo la poppata al seno, non avere fretta di dare aggiunte di latte artificiale, almeno per ora.

Prepara due buone pappe con 180 gr di brodo vegetale, alternato, qualche volta, a brodo di carne molto sgrassato, due cucchiai rasi di pastina micron oppure di semolino da cuocere oppure 3, 4 cucchiai, sempre rasi, di farine precotte, 30, massimo 40 gr di carne fresca cotta a vapore poi omogeneizzata assieme alle verdure oppure anche frullata, un cucchiaino di olio extra vergine di oliva e un cucchiaino di parmigiano.

Per quanto riguarda gli omogeneizzati, non so di che grandezza e peso siano ma considera che 80 gr di omogeneizzato contengono decisamente meno di 80 gr di carne, quindi se dai mezzo vasetto non dai 40 gr di carne ma a malapena, forse, 25 o 30.

A merenda potrai cominciare con uno yogurt o una baby merenda, a cena più o meno come a pranzo variando carne e formaggi e il tuo latte, per evitare che scompaia, andrebbe dato mattina, pomeriggio e dopo cena prima di dormire oppure anche di notte.

La bimba ha una buona crescita in altezza e un peso che, in base all’altezza, dovrebbe essere circa mezzo chilo in più e questo corrisponderebbe agli ultimi mesi di arresto di crescita in peso.

Per quanto riguarda il latte artificiale: non c’è differenza sostanziale tra latte acquistato in polvere, sempre del tipo adattato di proseguimento e latte acquistato già liquido, pertanto, se la bimba si mostrasse insoddisfatta dopo la poppata al seno, potresti provare ad integrare con latte liquido di proseguimento numero due oppure, se lo rifiutasse accontentandosi del tuo latte, potresti aumentare un po’ il parmigiano della pappa – se non ha allergie di sorta – oppure aumentare un po’ la quantità di formaggino ipolipidico nella pappa della sera.

Considera che due cucchiaini di parmigiano forniscono più o meno gli stessi nutrienti di circa 60,70 gr d latte, quindi, anche senza dare latte con il biberon, non è difficile integrare in altro modo, sempre se la piccola lo tollera, le sostanze che non prende quando succhia al seno.

Fino ad un anno di vita, dopo lo svezzamento con le pappe, i bambini dovrebbero assumere più o meno mezzo litro di latte al giorno: con un vasetto di yogurt, circa 200 gr di latte tuo, ammesso che ad ogni poppata tu riesca a dare soltanto 50 gr ogni volta, 20-30 gr di formaggio parmigiano o altro al giorno coprono bene il fabbisogno di calcio (tra l’altro ben rappresentato anche in altri cibi) e di tutti gli altri nutrienti presenti nel latte.

Se non darai più il tuo latte, invece, potrai proporre alla bimba due poppate al giorno da 200 220 gr oppure una poppata la mattina da 220, 230 gr e uno yogurt al pomeriggio.

La frutta si intende sempre due volte al giorno, come al solito.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone