Scarso accrescimento e sospetta celiachia


 

Perdoni il disturbo ma ormai sono 3 anni di sofferenze,

Mia figlia ha compiuto adesso 3 anni e pesa 11 KG ed è alta 90 cm . Premetto che io peso 56 KG e sono alto 1,75 cm e mia moglie pesa poco ed è alta 1,47 cm. È da tre anni che facciamo esami a nostra figlia per "sospetta celiachia" dice il pediatra" e sono tre anni che ha questi valori:

immunoglobuline a (igA: 22 mg/dl valore [40-400]

transglutaminasi igg : 24 U/ml valore [ <20]

transglutaminasi igA : negativo

anticorpi antiendomisio : negativo

 

Grazie di tutto Luca

Non so se devo considerare questa lettera completa, comunque il risultato di queste analisi è dubbio in quanto le immunoglobuline igg antitransglutaminasi, le uniche che presentano un valore leggermente alterato, sono positive in modo molto molto lieve, mentre le IgA specifiche transglutaminasi sono negative in un soggetto che, però, ha IgA totali ancora basse, sotto la media, come succede in molti bambini.

Pertanto questo valore di IgA specifiche antitransglutaminasi potrebbe non essere indicativo, cioè potrebbe trattarsi di un falso negativo. Il peso della piccola, decisamente inferiore alla media, si trova però su un percentile che non coincide con quello dell’altezza, non brillante nemmeno lei ma comunque nella fascia di normalità. La bimba ha un papà molto magro (se non c’è stato un errore di trascrizione del peso) e una mamma bassina: pertanto la sua modalità di crescita potrebbe rispecchiare quella di uno dei genitori senza dover dare per forza la colpa ad una celiachia di difficile diagnosi.

Per inquadrare meglio il problema, ammesso che questa lettera sia completa così come mi è pervenuta e non debba leggere la versione completa prima di dare la risposta, avrei bisogno di maggiori dati e cioè: peso e lunghezza della bimba alla nascita, informazioni sullo sviluppo fetale in gravidanza, peso e lunghezza almeno ogni trimestre per il primo anno poi anche solo un dato all’anno, tipo di allattamento, modalità di svezzamento, coincidenza o meno della riduzione o arresto di crescita ponderale o staturo ponderale con lo svezzamento e l’introduzione del glutine, storia di positività per celiachia in famiglia, modalità di accrecimento dei genitori alla stessa età, circonferenza cranica della bimba alle varie età e attuale, tipo di alimentazione attuale, eventuali risultati di altre analisi eseguite, storia del comportamento della bimba dal punto di vista alimentare, psicomotorio, delle funzioni intestinali, delle malattie che ha avuto e via discorrendo.

Non sarebbe male anche una età ossea. Senza tutte queste informazioni, per ora posso solo ipotizzare uno scarso accrescimento molto probabilmente costituzionale, ma senza sbilanciarmi.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone