Scariche di diarrea dopo sesta malattia


Buongiorno dott.ssa,

il mio bimbo due settimane fa, dopo tre giorni di febbre molto alta, ha avuto la sesta malattia. È da due settimane però che ha scariche di diarrea; nei primi giorni anche 4 o 5 volte al giorno, adesso 1 o 2 volte al giorno. Gli sto dando una bustina di Codex prima di pranzo e prima di cena ma la cosa non si risolve: può dipendere ancora dalla sesta malattia?

Inoltre, premesso che Alessandro è un bambino attivissimo e passa quasi tutto il giorno con i cugini in campagna: a pranzo mangia poco o niente però poi la sera a cena mangia tantissimo. So che è sbagliato, ma è l’unico pasto completo del giorno e quindi non lo limito: come posso equilibrare i due pasti?

La ringrazio e la saluto.


Non precisi l’età del tuo bimbo, però, se è vivace e scatenato tutto il giorno, non credo proprio che abbia un problema importante.

Penso che potresti regolare la sua alimentazione bilanciando la portata dei pasti che fa durante il giorno: visto il clima caldo, è facile pensare che di giorno abbia poca fame, però dovresti cercare di frazionare i suoi pasti in vari spuntini.

Dovrebbe fare una buona colazione la mattina con latte, anche parzialmente scremato oppure con yogurt, più cereali e, possibilmente anche frutta fresca. Poi uno spuntino a metà mattina con altri cereali e frutta se non la prende a colazione. A questo punto potrebbe anche non mangiare tanto a pranzo: sempre una piccola porzione di cereali e una di proteine con verdure, ma la quantità potrebbe anche essere ridotta se non ha molto appetito. Farà, poi, merenda a metà pomeriggio con un minipasto simile alla prima colazione e, così facendo, alla sera non dovrebbe avere una fame eccessiva.

Due scariche al giorno rientrerebbero nella normalità: il problema è l’aspetto delle feci. Se sono omogenee e ben digerite, anche tre volte al giorno non dovrebbe preoccupare, ma se sono liquide, mucose, mal digerite o altro, anche una sola evacuazione giornaliera dovrebbe impensierire. Puoi sospendere il latte per due o tre giorni se ritieni che ne valga la pena, sostituendolo con tè o latte di cereali.

Scegli cereali tipo fiocchi di riso o avena piuttosto che biscotti contenenti burro o altri grassi o farciture, carne bianca o pesce cotti a vapore o alla piastra piuttosto che altre carni o uova, evita i formaggi troppo grassi, scegli la frutta come mela, banana o albicocca piuttosto che melone, cocomero o frutta troppo zuccherina e, come verdure, carote, finocchi, patate, zucchine e non troppe verdure a foglie larghe. Magari evita i pomodori per alcuni giorni. Però, ti ripeto, non conoscendo l’età del tuo bimbo, non posso essere molto precisa nei consigli.

Un caro saluto,

Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone