Rifiuto del seno da sveglio


 

Gentile Dottoressa,

mi ritrovo nuovamente a scriverle in merito alla situazione di mio figlio.

Ormai da tempo riuscire a farlo poppare è una lotta.

È allattato al seno e ha un’ottima crescita, ma quando comincia a chiedere la poppata e gli offro il seno, si scatena il putiferio: si attacca e stacca in continuazione, irrigidendosi e agitandosi tantissimo, inarcando la schiena e voltando il capo dalla parte opposta al seno.

Soffre di reflusso, per il quale è in cura attualmente con Limpidex 15, dopo un mese infruttuoso con ranidil e riopan.

Il punto è che, se lo faccio calmare, lo cullo e faccio in modo che si rilassi fin quasi a dormire, poi poppa tranquillo. Difatti, la notte questo problema della poppata è quasi inesistente se lui non è del tutto sveglio.

Quando usciamo, magari al centro commerciale o anche in macchina, non succede praticamente mai che rifiuti il seno.

In più, sono due sere che, per disperazione, getto la spugna e tiro il latte e lui poppa tranquillamente dal biberon anche 50 ml in pochi minuti, per poi cominciare a masticare la tettarella o a sollevarsi per mettersi seduto.

È un bimbo ultimamente molto agitato. Non vuol mai stare fermo, si annoia facilmente, non riesce a stare da solo nella palestrina a giocare, né nella sdraietta né in nessun altro posto se non a contatto e sempre in movimento.

Non riesco a capire se questo suo comportamento deriva da un mio errore, che gli causa qualche disagio psicologico oppure è per via di qualche fastidio fisico.

Aggiungo che dorme con noi nel lettone, non l’ho mai lasciato solo, non è mai stato con nessun altro se non noi.

Cosa devo fare? Come posso comportarmi?

La ringrazio anticipatamente.

Rosaria

Non ricordo l’età del tuo bimbo, dettaglio che andrebbe sempre riportato perché senza vedere in faccia la persona alla quale rispondo non riesco a ricordarmi ogni volta tutti i particolari e ad inquadrare bene il problema. Però, reflusso e carattere iperattivo o agitato possono darsi la mano e l’uno peggiorare l’altro, così come un iniziale rifiuto della mammella al momento di iniziare a masticare o all’inizio della dentizione è possibile.

Prova ad allentare un po’ questa continua vicinanza fisica tra te e il bimbo e prova a farlo dormire nel suo letto in modo che trovi i suoi spazi, si muova più liberamente e inizi il suo processo di esplorazione di quanto gli sta attorno anche da solo. Poi prova ad offrirgli il seno ad orario più regolare e a dargli altri stimoli. Se fosse ora di svezzamento prova ad iniziare a svezzarlo. Ma, ripeto, senza inquadrare il bimbo quantomeno con l’età non posso darti molti consigli.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone