Rifiuto del biberon e caduta dal letto


 

Gentile Dottoressa,

Sara ha 5 mesi ed è da quando ne aveva uno che pratichiamo un allattamento misto. Adesso sono 2 giorni che rifiuta quasi il biberon, mangia molto poco. Ad esempio stasera alle 19 invece di 180 ml ha mangiato solo 90 ml, mentre la poppata delle 22 non ha addirittura mangiato nulla. Vuole solo attaccarsi al seno ma si è addormentata quasi subito. Inoltre l’ultima settimana ha preso solo 50 gr, ora pesa 6,350 per 63,5 cm.

Due volte al giorno metto nel biberon un cucchiaio di mais e tapioca, e al pomeriggio le do un quartino di pera omogeneizzata.

Stamattina purtroppo è anche successa una cosa tremenda: è caduta dal letto. L’abbiamo subito portata dal dottore e ha detto che è tutto a posto, ha solo un livido sopra l’occhio. Lei si è dimostrata come al solito, molto attiva, "chiacchierona" e sempre sorridente. Nel pomeriggio ha dormito come al solito solo un’oretta, tutto nella normalità.

Sono comunque molto preoccupata, domani andrò da un altro dottore. Ssecondo lei? Come mai mangia poco e niente? E la caduta può portare a qualcosa di grave?

La caduta da un’altezza di un letto, cioè circa una cinquantina di centimetri dal suolo, non dovrebbe considerarsi pericolosa, tanto più che la bimba è piuttosto leggera ancora e questo riduce la forza d’impatto col suolo. Io non penso che tu ti debba preoccupare troppo. Falla comunque controllare nuovamente, proprio per scrupolo e per sentirti ancora più tranquilla.

L’inappetenza non dovrebbe avere nulla a che vedere con la caduta: meglio visitarla nell’ottica di indagare su qualche faringite incipiente, sull’eruzione precoce, magari, di qualche dentino e così via. Controlla anche che non abbia un po’ di febbre.

Il pediatra che la visiterà potrà valutare l’opportunità di eseguire un esame delle urine. Io non metterei in relazione la caduta con la mancanza di appetito, piuttosto, il tuo latte potrebbe essere più gradito del biberon e, in tal caso, si potrebbe pensare di introdurre una prima pappa a mezzogiorno al posto del latte artificiale iniziando, così, lo svezzamento vero e proprio.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone