Rge e biscotto granulare


Gentile Dottoressa,

vorrei un aiuto: mio figlio nato il 16 ottobre soffre di leggero RGE mai trattato con farmaci ma con terapia posturale. Il bimbo cresce bene (6.800, h 63), allattato artificialmente per una mia grave anemia, prende 4-5 volte il giorno 200 di latte.

Da circa una settimana il pediatra ha deciso di introdurre il biscotto granulare Milupa perché il bimbo è un gran mangione (1-2 cucchiaini ad ogni pasto); dopo 2 giorni mi sono ritrovata in queste condizioni: il bimbo ha aumentato i rigurgiti, piange, durante la notte piange ad occhi chiusi, scalcia, muove le braccia, insomma agitatissimo (prima del biscotto si svegliava spesso piangendo ma bastava o rimettere il ciuccio o accarezzarlo e si calmava subito). Contattato il pediatra: "segni evidenti di RGE, terapia: gaviscon, 1,4ml 3 volte al giorno prima dei pasti".

Secondo Lei, il biscotto può aver peggiorato la situazione? Non ci sono altri alimenti da poter dare?

Cosa mi consiglia?

Grazie

Dal mio punto di vista, passare da 4-5 poppate al giorno di solo latte a 4-5 poppate con uno o due cucchiaini di biscotto ciascuna, cioè introdurre velocemente dai 5 ai 10 cucchiaini di biscotto al giorno a 4 mesi è eccessivo, tanto più che il latte artificiale è già dolcificato e non andrebbe praticamente mai arricchito con biscotto ma soltanto, se necessario, con farina di cereali. Io proverei a togliere il biscotto al bimbo impostando una alimentazione con 5 pasti al giorno da 180 gr di latte, per alcuni giorni senza aggiungere nulla al latte e, in realtà, io darei il gaviscon dopo la poppata. Dopo due o tre giorni, inizierei a mettere un cucchiaino raso di crema di riso in una, massimo due poppate al giorno non consecutive e ogni due o tre giorni aumenterei di un cucchiaino raso fino ad aggiungere un cucchiaino raso di crema di riso o di mais a tutte le poppate. In caso di stitichezza puoi sostituire la crema di riso con il mais oppure mais e tapioca.

Facendo questo con gradualità, il bimbo arriverà a 5 mesi e potresti anche pensare di svezzarlo con la prima pappa qualora avesse fame e tendesse a voler bere un litro e più di latte al giorno, cioè qualora non gli bastassero 180 gr a poppata. Quando un bambino, per peso o per età, si avvicina troppo al litro di latte nell’arco delle 24 ore, i problemi digestivi sono più facili, meglio, quindi, pensare allo svezzamento mantenendo 5 pasti al giorno ma di latte solo 4, sempre da 180 gr più un brodo vegetale con cereali, ecc., ecc.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone