Resistenza all’addormentameno a un anno


 

Gentile dottoressa,

ho una bimba di poco più di un anno che resiste strenuamente al sonno sia di giorno che di notte. Ha sempre dormito pochissimo, soprattutto i primi mesi. Ogni rumore la svegliava e non dormiva più di un quarto d’ora di seguito.

Crescendo questo intervallo si è allungato, sebbene si svegli ogni notte almeno tre o quattro volte, che già mi sembrano poche contro la decina dei mesi passati. Ma il momento dell’addormentamento è sempre lunghissimo e drammatico: si contorce, urla e sembra tornata ai suoi primi mesi di vita, anche nella qualità disperata del pianto che esprime.

La allatto ancora, e il seno quasi sempre è la soluzione, perché si rilassa e spesso (anche se non sempre) prende sonno. Ma è possibile che ad ogni risveglio notturno e per innescare ogni pisolino diurno io debba sempre ricorrere all’allattamento? Come posso aiutarla?

Grazie per le sue risposte sempre puntuali e comprensive. Anna Pesce

Il giorno che smetterai di allattarla, o comunque dei offrirle il seno anche a scopo non nutritivo, forse, anche i risvegli notturni della bimba diminuiranno e aumenterà la sua capacità di autoconsolarsi da sola o con un oggetto sostitutivo. Rendendosi conto di potercela fare anche da sola, la bimba acquisterà man mano sicurezza in se stessa e i problemi si ridurranno spontaneamente.

Però le modalità di fine allattamento devi deciderle tu così come i tempi. Per ora posso soltanto consigliarti di non offrirle il seno ad ogni risveglio per non innescare il solito circolo vizioso e riflesso condizionato.

Nei casi di resistenza all’addormentamento, oltre a rendere le giornate della bimba sempre serene e rilassanti, a non farla giocare o eccitare troppo dal tardo pomeriggio in poi, potresti aiutarla per alcune settimane con il Nopron che agisce bene sull’induzione del sonno e forse un po’ meno bene (ma dipende dai casi) nel ridurre il numero dei risvegli notturni, mentre alcuni consigliano, per ridurre i risvegli notturni e indurre un buon ritmo e una buona alternanza di sonno-veglia, di somministrare ai bimbi la melatonina in gocce, benché nel tuo caso, allattando ancora la bimba, non penso che vi sia gran bisogno di melatonina perché il latte materno ne contiene abbastanza.

Sia il Nopron che la melatonina non hanno particolari controindicazioni o effetti collaterali degni di nota quindi, se ritieni che possano essere utili anche usati soltanto transitoriamente, perché non tentare? Non tutti e due insieme, però, o l’uno o l’altro.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone