Reflusso

0
96

Buongiorno,
sono una collega (non pediatra) ma le scrivo da mamma.
Ho una bambina di 6 mesi con RGE dal 2° mese. Tale reflusso non ha mai compromesso la sua crescita. Tuttavia ha sempre creato grosse difficoltà nelle ore diurne con pianti frequenti, inarcamenti di schiena, rigurgiti abbondanti e assoluta impossibilità a mantenere la posizione sdraiata fino alla completa digestione.
Stranamente (e per fortuna per me) le ore notturne sono sempre state tranquille.
La malattia è sempre andata un pò a picchi con qualche periodo di benessere affiancato da periodi disastrosi.
Al momento sono nel periodo terribile, forse il peggiore. Ciò è coinciso con lo svezzamento: ogni nuovo alimento determina crisi continue.
Ho eseguito eco gastica: rallentato svuotamento gastrico. Mi hanno consigliato il Peridon ma ho visto alcuni studi che evidenziano come tale farmaco allunghi il QT.
Ho provato il Noremifa ed il Gaviscon: nessun effetto.
Cosa mi consiglia?
Somministrerebbe il Peridon senza timori? O non farebbe nulla? O altro?
Grazie mille

Dopo essermi documentata ho letto che il domperidone può – anche se molto raramente – essere responsabile di un lievissimo aumento dell’intervallo Q-T solo se associato a ketonazolo, ritonavir e eritromicina. L’effetto non si osserva mai se somministrato da solo. Altri effetti collaterali ci possono essere ma sono benigni e poco preoccupanti. Anche quelli extrapiramidali come tremori sono lievi, non preoccupanti e si arrestano alla sospensione del farmaco. Se il peridon fosse efficace nel caso del tuo bimbo io non avrei timore a somministrarglielo. Non vorrei, però, che tu ti confondessi con il cipril – cisapride – che è sempre un procinetico ma che lui si non si somministra più ai bambini a causa dei possibili effetti sul prolungamento del q-t che sono più frequenti e che si possono osservare anche senza associazione del farmaco con altri.

Un caro saluto, Daniela

 

 

Vota questo articolo

Condividi
Articolo precedenteRifiuto della nonna
Articolo successivoTonsillectomia?
mm
Medico chirurgo specializzato in Pediatria e Neonatologia con lunga esperienza Ospedaliera.