Reflusso gastroesofageo e vaccino antiepatite B

0
343

Gentilissima Dott.ssa,

sono Federica, mamma di una bimba di quasi 5 mesi che tra pochi giorni dovrà essere sottoposta alla seconda dose della vaccinazione e le chiedevo a questo proposito un chiarimento.

Una mia amica mi spiegava che il suo pediatra le ha caldamente consigliato di rinviare il richiamo della vaccinazione perché sua figlia, come del resto la mia, soffre di reflusso gastroesofageo e il vaccino dell’epatite B puo’ complicare tale problema.

La mia amica non è stata in grado di spiegarmi il perché, nel senso che il suo pediatra si è limitato a dire che tale vaccino, andando ad agire sul fegato, è bene posticiparlo il più avanti possibile. Sarà lui stesso a indicarle quando, in base ai miglioramenti del reflusso, farlo somministrare a sua figlia.

Io ho chiesto ovviamente chiarimenti alla mia pediatra, ma si è limitata a dirmi che non ci sono rischi.

Lei cosa ne pensa?

Grazie,

Federica


Cara Federica,

credo che sia neccessario fare un po’ di chiarezza: il reflusso gastroesofageo è un problema meccanico legato al malfunzionamento del cardias che è la valvola che separa l’esofago dall’imboccatura dello stomaco e serve a impedire, appunto, il refluire del contenuto gastrico in esofago in certe situazioni o in certe posizioni che il corpo puo’ assumere.

Nulla ha a che vedere, quindi, il reflusso con la funzionalità epatica, anche quando il reflusso stesso sembra essere dovuto a qualche problema digestivo come eccesso di grassi o di sostanze irritanti per la mucosa gastrica oppure intolleranza alle proteine del latte vaccino.

La vaccinazione antiepatite B, inoltre, è costituita da alcune frazioni capsulari del virus dell’epatite B e non da virus interi e tantomeno da virus vivi: pertanto il vaccino non è e non puo’ assolutamente essere in grado di riprodurre la patologia nella persona alla quale viene somministrato e tantomeno è in grado di trasmettere l’infezione, al punto che, in caso di necessità, è possibile somministrarlo anche a donne gravide e in allattamento!

Puoi quindi tranquillamente praticare tutti i vaccini previsti all’età della tua bimba senza alcun timore.

Timore che, invece, avrei a seguire certi consigli privi, a mio parere, di alcun fondamento.

Un caro saluto,

Daniela

Vota questo articolo