Rallentamento crescita


Gentilissima dottoressa, sono molto preoccupata per il rallentamento della crescita di mio figlio: é nato a 40 settimane con parto naturale con peso di 3250gr, altezza 49cm e cc 32,8cm
1mese: 4,000kg, 56cm, cc 37cm
2mesi: 5,130kg, 58cm, cc 39,8cm
3mesi: 6,100kr, 61.2cm, cc 41cm
4 mesi: 6.850kg, 63cm,cc41.9cm
5mesi:7.470kg, 66cm, cc 43
6mesi: 8.260kg, 68cm, cc 44,1cm
8mesi:8,700kg, 70cm, cc 45cm
10mesi: 9,250kg,73,5cm, cc46cm
1anno: 9,600kg, 74cm, cc 46,2cm
17mesi:10,260kg, 79cm,cc46,4cm
20mesi: 10,500kg, 80cm,cc 48cm
Il piccolo non ha mai sofferto di nulla tranne un raffreddore con febbre sotto Natale durato 5 giorni.
Lui mette tutto in bocca e avendo un cane in casa può aver preso delle infezioni che non si manifestano? Il cane è vaccinato, ma andando fuori può portare dentro tanti germi…
Volevo aggiungere che a 10 mesi non ha voluto più il latte e ancora oggi appena lo vede si rifiuta di assaggiarlo e ho sostituito con lo yogurt. Per il resto mangia tutto: frutta, verdura, carne, pesce, pasta, pane.
Verso l’anno abbiamo fatto un esame del sangue per la celiachia ma nulla: è il caso di ripeterlo?
Il piccolo ha sofferto di reflusso e ogni volta che gli davo il seno si inarcava e piangeva. Pensando di non avere latte sotto il consiglio del pediatra ho dato il mellin ma non ha curato il reflusso, ha detto che il cardias sarebbe maturato col tempo. In effetti ora non sembra avere problemi anche se (è accaduto 2 volte) dopo aver preso lo yogurt, si è piegato e ha rigurgitato.
Il piccolo è vivace, gioca ed è sempre in movimento.
Io sono alta 164cm e il papà 182cm.
Vorrei sapere se è il caso di indagare su questa crescita perchè per il pediatra che ci segue è tutto ok ma a me non sembra proprio. Tutti i nipoti sia dalla parte mia che di mio marito sono molto alti e non riesco a giustificare questa crescita in altezza così bassa. Grazie

 

 

Nei valori relativi alla crescita del tuo bimbo si nota che tutto è proceduto in modo regolare fino circa al decimo mese o giù di lì, periodo durante il quale peso, altezza e circonferenza cranica sono cresciuti in modo coerente. Poi vi è stata una riduzione globale della velocità di accrescimento del bimbo che si è resa evidente soprattutto sull’altezza ma anche sul peso e sulla circonferenza cranica. Se fosse soltanto una riduzione della velocità di crescita in altezza ci sarebbe da chiedersi se vi sia stato, per caso, un modo diverso di misurare il bambino, cioè in piedi piuttosto che sdraiato, perché la posizione verticale toglie anche due cm rispetto alla misurazione in posizione sdraiata, però anche la velocità di crescita del peso si è ridotta e, in modo molto meno significativo, la crescita della circonferenza cranica. Essendo ancora tutti i parametri nella fascia di normalità, si potrebbe pensare ad una riduzione globale costituzionale della crescita, ma in questo vi è spesso familiarità, quindi bisognerebbe indagare sulle modalità di crescita dei genitori alla stessa età: spesso i nonni ricordano di avere notato, sempre attorno al secondo, terzo anno, un rallentamento della crescita degli attuali genitori, ripresa, poi, verso l’età scolare. Se così fosse, io non farei altro che monitorare più o meno ogni tre, quattro mesi, la crescita in altezza – meno importante è la crescita in peso a meno che non si assista ad un vero dimagrimento – Alla fine dell’anno rivaluterei tutti i parametri posticipando solo allora qualsiasi valutazione. Tranquilla per quanto riguarda il tuo cane: se è un animale sano, vaccinato e ben tenuto, come credo, sarà il miglior compagno di giochi e di vita per il tuo bimbo soprattutto se avrai cura di fare ogni anno i vari richiami vaccinali, eventualmente la prevenzione contro la leishmaniosi e la filariosi, l’antirabbica (non so dove vivi ma vi sono regioni italiane più a rischio di altre) e la classica prevenzione con gocce sul pelo o collarini anti parassiti e anti punture da insetti ematofagi. Non conosco malattie asintomatiche trasmesse dagli animali che possono influire sulla crescita di un bambino se non, eventualmente, la presenza di parassiti intestinali: si tratta, comunque, di infezioni spesso autolimitanti che danno quasi sempre segnali della loro presenza. Per ora, quindi, limitati a controllare peso e altezza del bimbo ogni 4 mesi – confonde le idee farlo più spesso – e alla fine di quest’anno o al massimo all’inizio del prossimo, riproponiti di rivalutare il tutto. Approfitta della buona stagione per farlo stare il più possibile al sole, all’aria aperta e in continuo movimento. e, mi raccomando, non cedere alla tentazione di fare continui paragoni con cuginetti o altri bambini coetanei: ogni bambino è un capolavoro a sé, unico nel suo genere in tutte le sue manifestazioni.

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone