Quanta pappa lettea a cinque mesi?


Salve dottoressa,

da due giorni ho cominciato lo svezzamento con la pappa lattea: 180 ml di acqua e 2 cucchiai colmi di pappa come mi ha detto di fare la mia pediatra. Ma secondo me è troppo liquidina e cerco di addensarla un po’ per insegnare alla mia bimba di 5 mesi (peso 6,3 kg) il cucchiaino.

La bimba gradisce abbastanza, il mio dubbio è: indicativamente quanta pappa solida deve mangiare? Si va ad occhio o meglio quantificare?

La ma paura è che si sovraccarichi lo stomaco o l’intestino e di farle male, per cui non so come regolarmi se farla finire tutta o magari dopo un tot di cucchiaini smettere, considerando che ne ha preso un po’ col biberon.

Nei restanti pasti continuo a darle il latte artificiale 1.


Mi parli di pappa lattea e credo tu ti riferisca alla farina lattea, che contiene cereali – solitamente riso mais e tapioca – e latte scremato in polvere.

Le farine lattee si diluiscono, di solito, al 20%, diversamente dai latti in polvere che si diluiscono, salvo diverse prescrizioni, al 13%.

Pertanto, per preparare una farina lattea dovrai mettere 20 gr di farina in 100 gr di acqua calda. Solitamente i cucchiai da tavola contengono dai 10 gr abbondanti ai 15 gr, quindi 2 cucchiai rasi, cioè circa 20 gr, si diluiscono in 100 gr di acqua.

Naturalmente hanno anche loro un certo volume, quindi se metti 2 cucchiai di farina di cereali precotti in 100 gr di acqua ti troverai, se provi a mettere il tutto in un biberon, circa 130, 140 cc di pappa.

Ti consiglio quindi di ridurre l’acqua della pappa lattea a 100 gr, salvo poi aggiungerne un po’ dopo avere diluito le farine per arrivare alla consistenza che desideri. Comunque è difficile che un bimbo alla sua prima pappa finisca tutti i 180 gr che con le farine diventano anche più di 200 e 2 cucchiai di farina non corrispondono a una porzione completa.

Si inizia con due cucchiai rasi per poi aumentare gradatamente fino a 3, massimo 4, ma normalmente si considerano sempre cucchiai da minestra rasi, come i misurini del latte in polvere che, anche loro, si calcolano rasi.

Quindi: 2 cucchiai rasi più 100, 120 gr di acqua, 3 cucchiai rasi più 150, 160 gr di acqua che, alla fine, fanno diventare la pappa 180, 200 gr.

Ma vedrai che presto imparerai a regolarti ad occhio come tutte le mamme del mondo. Il discorso non cambia più di tanto se ci si riferisce al brodo vegetale, mentre quando arriverà il momento di dare semolino o pastina da cuocere, il volume delle farine o della pastina da cruda dovrà essere la metà, cioè un cucchiaio e mezzo circa, perché con la cottura si gonfia e incamera acqua.

Un caro saluto,

Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone