Quale Carpantin dare a tre anni?


Gentile dottoressa,

ho scoperto da una sua precedente risposta che esistono due tipi di Carpantin e vorrei chiederle se, alla mia bambina che farà 3 anni a dicembre e pesa 10.5 kg, e mangia quasi niente a casa e poco all asilo, è possibile dare il Carpantin normale perché io ho provato più volte col Carpantin bambini ma non è cambiato assolutamente nulla.

La ringrazio anticipatamente e le faccio i complimenti per le risposte molto utili che dà.


Il Carpantin tradizionale, l’unico degno di questo nome visto che il Carpantin bambini non è un farmaco vero e proprio ma un integratore alimentare che ha voluto mantenere il nome del farmaco più conosciuto senza averne le caratteristiche, può essere dato dopo il secondo anno di vita.

La ciproeptadina, molecola antistaminica che agisce sul centro ipotalamico regolatore dell’appetito, non è sempre prescritta volentieri dai pediatri perché, anche se in casi rari e in seguito a dosaggi decisamente superiori a quelli consigliati, può dare vertigini, secchezza della bocca, sonnolenza, alterazioni del ritmo cardiaco, allergie cutanee, tremori e altri disturbi minori ed è sconsigliata nei bambini che soffrono di glaucoma congenito, di asma e che sono in cura con farmaci che agiscono sul sistema nervoso centrale.

Ma se la tua bimba non è tra questi casi, sempre che la sua inappetenza sia veramente esagerata tanto da influire significativamente sulla sua crescita ponderale, puoi somministrarle 2,5, massimo 3 ml (un cucchiaino da caffè) mezz’ora prima dei pasti principali.

Se mangia al nido potrai darlo la mattina a colazione e la sera a cena. Gli effetti non saranno immediati ma si avranno dopo almeno una settimana, ma se dopo tre settimane di somministrazione non sarà successo nulla, non bisogna continare, e l’inappetenza andrà rivalutata prendendo in esame tutte le sue possibili cause sia fisiologiche che patologiche, psicologiche e ambientali.

È comunque necessario che tu ti consulti con la tua pediatra prima di iniziare la terapia perché io non sono tenuta a dare consigli terapeutici precisi, visto che non conosco i bambini, ma solo a dare spiegazioni, chiarimenti e a stimolare riflessioni, quando possibile.

Un caro saluto,

Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone