Pulizia delle orecchie con cerume abbondante


Buongiorno Dottoressa,

ho una perplessità in merito alla pulizia delle orecchie della mia bimba di 20 mesi.

Ai controlli risulta avere sempre abbondante cerume nelle orecchie tanto che viene difficile al medico curante arrivare ad ispezionare il timpano. Inoltre, in questi giorni si è aggiunto anche abbondante catarro dovuto ad un raffreddore insistente.

Il pediatra, all’ultimo controllo, mi ha dato delle goccine (cerulisina) per cercare di fluidificare le secrezioni….sono un po’ scettica sul da farsi perché non vorrei creare più danni che benefici.

Le faccio presente che pulisco il nasino alla bimba tutte le sere quando è sana, con raffreddori e malanni simili molto molto spesso e mi limito a detergere con cotone il solo padiglione auricolare esterno.

Lei cosa mi consiglia? Non vorrei che a lungo andare tutto questo cerume portasse ad otite.

Grazie


Una abbondante produzione di cerume, nei bambini è assolutamente fisiologica e anche, in un certo senso, protettiva nei confronti di aggressioni batteriche esterne. Il cerume, quindi, non è patologico, non ha nulla a che vedere con catarro o altro e non è necessario che venga rimosso a meno che non si debba ispezionare la membrana timpanica oppure a meno ché non comporti una riduzione dell’udito quando il tappo si fa particolarmente spesso e solido.

La rimozione avviene applicando, appunto, alcune gocce di una sostanza fluidificante che favorisce il suo distacco dalle pareti del condotto uditivo esterno e la sua fuoriuscita spontanea, altrimenti è compito del medico o dell’otorino rimuoverlo applicando la pressione di uno spruzzo di acqua tiepida mediante apposita siringa. L’uso del cotton fioc a questo scopo non servirebbe praticamente a nulla se non a comprimere ulteriormente il cerume stesso verso l’interno rendendo ancora più difficoltosa la sua rimozione.

Il cotton fioc, al limite, potrebbe servire dopo la rimozione del tappo, per eliminare volta per volta, mano mano che si riforma, il nuovo cerume che aderisce alle pareti del condotto uditivo, prima ancora che sia tanto abbondante da formare il classico tappo. Quindi utilizza pure le gocce di cerulisina senza timore così come non devi avere nessun timore nel lasciare che il tappo si formi finché non vi è necessità di ispezionare il timpano.

Un caro saluto,

Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone