Psicosi suina


 

Gentilissima Dottoressa,

mi perdoni se la disturbo ancora.

Settimana scorsa ho portato la bambina (1 anno) al pronto soccorso due volte. La prima notte, dopo ore di pianto inconsolabile, hanno diagnosticato infezione alle orecchie. La seconda volta (dopo 6 gg. di antibiotico e dopo essere sfebbrata) è salita nuovamente la febbre a 39,6.

In quest’ultima occasione le hanno fatto un prelievo del sangue per vedere le infezioni in corso. (Hanno trovato un’infezione alle alte vie respiratorie). Secondo Lei con l’esame del sangue eseguito hanno potuto escludere un eventuale contagio di questa tanto discussa influenza suina? Oppure si eseguono altri esami specifici?

Purtroppo ne parlano talmente tanto che oggi come oggi si ha il terrore di tutto.

Grazie ancora per i suoi (sempre) pronti consigli.

Monica

Le analisi di laboratorio utili per la diagnosi certa di influenza A sono specifiche in quanto prevedono la ricerca del virus in questione. Analisi del sangue generiche possono mettere sulla strada il medico per capire se si tratta di una forma batterica o virale, cioè se la piccola ha bisogno di terapia antibiotica o meno.

La ricerca specifica del virus H1N1 si fa solo in casi selezionati quando vi è il forte e ragionevole sospetto che la febbre e i disturbi alle vie respiratorie presentati dal bambino siano dovuti ad una infezione da virus tipo influenzale: a questo punto e non in tutti i soggetti febbrili, la ricerca specifica del virus si impone ma anche in questo caso solo se i sintomi sono di una certa entità e gravità.

Non cadere vittima della psicosi, mi raccomando.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone