Problemi di svezzamento


 

Gentilissima dottoressa,


la mia bimba compierà sei mesi fra una settimana e da circa dieci giorni siamo alle prese con lo svezzamento. Ho iniziato proponendole della mela grattugiata, ma dopo il primo cucchiaino ha voltato la testa e serrato la bocca.


Allora ho pensato di sostituire la mela grattugiata con dell’omogenizzato di mela sperando che il sapore un pò più dolce dell’omo fosse di suo gradimento, ma il risultato non è cambiato.


Ho insistito per una settimana, poi ho deciso di lasciar perdere per un paio di giorni. Ho riprovato nuovamente, anche cambiando il tipo di frutta, ma senza successo.


Cosa mi consiglia di fare?

Lascio perdere e continuo con il mio latte?


Non so se può esserle utile sapere che la mia bimba pesa Kg. 6,620.


La ringrazio

 

Se non hai problemi di rientro al lavoro, se il tuo latte non accenna a diminuire, continua pure ad allattare la bimba esclusivamente al seno riprovando un nuovo alimento ogni tre, quattro giorni. Prova con l’omo di banana, mischia banana e mela, metti un cucchiaino di biscotto nella frutta, prova con il brodo vegetale filtrato più due o tre cucchiai di farina di cereali, insomma, fai i tentativi come fosse una curiosità, un divertimento, non un obbligo, almeno per un altro mese.

 

Alla fine del prossimo mese deciderai il da farsi se nulla sarà cambiato nel frattempo. Una bimba non particolarmente grossa, cioè ancora lontana dagli otto chili, se non presenta anemia ferripriva, può tranquillamente aspettare il settimo, ottavo mese prima di essere svezzata, sempre che la crescita ponderale nel frattempo sia soddisfacente.

 

Però sappi che lo svezzamento ha una età più felice di un’altra per iniziare e questa età è tra il sesto e il settimo mese, anche se non vi sono obblighi tassativi. Il bambino che si intende svezzare, comunque, deve essere abituato a stare seduto più o meno da solo perché il cucchiaino deve essere dato stando di fronte al bambino e non in braccio come quando lo si allatta. Un caro saluto, Daniela

 

 

 

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone