Problemi con lo spannolinamento


Gentilissima Dottoressa buongiorno,
Spero davvero che questo suo indirizzo sia ancora attivo perché sono una mamma ormai disperata!!
Ho una bimba di due 25 mesi e già l’estate scorsa abbiamo tolto il pannolino durante il giorno perché rimaneva asciutta e la faceva nel vasino… Poi però è rientrata all’asilo e dopo un’iniziale ben riuscita Ha cominciato a farsela addosso, non voleva proprio farla con le maestre, ora va meglio ma comunque si bagna spesso e sopratutto la cacca ora si rifiuta di farla sul vasino… Non sono mai ritornata al pannolino perché volevo essere coerente e non tornare indietro facendole confusione anche perché il prossimo settembre entrerà alla materna e li dovrebbero non avere più il pannolino… Ora però dopo mesi che lavo e che vedo miglioramenti solo per pochi giorni sto pensando di mollare e di tornare al pannolino. Sono davvero disperata, cosa posso fare? Spero davvero possa consigliarmi qualcosa di più conveniente per entrambe…
Grazie Vanessa

 

Io credo che tu abbia fatto un errore, quello di fidarti troppo precocemente della capacità della bimba di controllare i suoi sfinteri. Essa matura dopo il secondo anno di vita e, a mio avviso, il pannolino si può iniziare a togliere attorno ai due anni e mezzo, meglio non prima. Prima tutto è possibile, cioè è anche possibile che un lattante di sei mesi, abituato con regolarità ad essere messo su un vasino appena è capace di restare seduto, si condizioni e urini sul vasino sicché ogni volta che viene seduto sul vasino la fà. Ho già conosciuto questi casi estremi, ma non si deve pensare che si tratti di una funzione acquisita e maturata precocemente, ma solo di un riflesso condizionato. Quasi il 100% di questi casi, infatti, all’età regolare dello spannolinamento, è tornato incontinente e, magari, è rimasto tale fino all’età scolare ed oltre! Il consiglio che posso darti, quindi, è quello di renderti conto che ora e solo ora, o meglio, verso la prossima estate, la tua bimba sarà realmente pronta per urinare e defecare volontariamente e quello che ti resta da fare ora è ricominciare da capo, senza per questo avere timore di essere incoerente e senza temere che, così facendo, ritarderai le sue acquisizioni in vista della scuola materna che purtroppo fa di tutta l’erba un fascio e pretende lo spannolinamento totale a tre anni. Rimettendo il pannolino avrai quindi un semestre per abituare la bimba a farne a meno di giorno e ancora più tempo per abituarla a non bagnarsi di notte. Il tempo sarà sufficiente. Quando hai modo di averla con te, cioè pomeriggio e fine settimana, abituerai nuovamente la piccola portandola in bagno con regolarità ogni tre ore, incoraggiandola quando non si bagna e quando ti avverte prima di fare pipì e così via e certamente non sgridandola quando fallisce. Questa estate potrai pensare di togliere definitivamente il pannolino di giorno per prepararla alla scuola. In seguito dovrai attendere il suo completo inserimento e la sua ritrovata serenità e potrai provare a toglierlo anche di notte. Ricordati che, a dispetto di qualsiasi ritmo veloce imposto dalla attuale società, nel processo di spannolinamento, comunque esso mostri di procedere, la fretta è sempre una pessima consigliera e mi verrebbe da ricordare un vecchio proverbio caro a mia nonna ” chi ha fretta vada adagio”…

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone