Preoccupata per l’altezza in adolescenza


 

Gentilissima dottoressa,

mio figlio, 14 anni, è alto 1.50 per 39 kg. È attorniato da coetanei molto più alti di lui, motivo per il quale ha un po’ una sindrome da "brutto anatroccolo". Le tabelle di accrescimento mi dicono che i suoi valori sono bassi ma nella media; qual è il suo parere? È ancora molto bambino (accenno di peluria, ma non altri segni di sviluppo). Il papà è alto circa 176 cm, la mamma 171 cm.

Da piccolo, a tre anni, è stato sottoposto a intervento chirurgico per ritenzione testicolare e fimosi.

La ringrazio per la sua attenzione, Piperita

È un ragazzo cresciuto in modo armonico in quanto altezza e peso si collocano praticamente sullo stesso percentile, basso, certo, ma pur sempre entro la fascia di normalità. La sua maturazione sessuale ancora all’inizio fa, comunque, ben sperare su un recupero al momento della pubertà franca.

Per dire qualcosa in più dovrei sapere come sono cresciuti i genitori alla stessa età, a che età hanno avuto lo sviluppo puberale, qual è la statura media degli altri componenti della famiglia e così via.

In ogni caso, anche senza lo scatto puberale, evenienza che è veramente difficile se non impossibile che non si verifichi, si può già ipotizzare, indipendentemente dalla statura dei genitori, una statura definitiva che supererà 165 cm.

Non è molto per un maschio contemporaneo, però, calcolando anche l’altezza dei genitori, la statura definitiva del ragazzo dovrebbe non essere inferiore a 170 e non superiore a 185, in media 177 o poco più.

Le previsioni, su questo argomento, non possono essere precise, ma uno scatto di una diecina di centimetri la pubertà ai maschi lo regala con facilità, quindi io credo che potrà ragionevolmente raggiungere la statura paterna se non addirittura superarla.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone