Potrebbe essere microcitemica?


 

Gentile dottoressa

la mia bambina ha circa un anno.

Lo scorso mese le si è gonfiata una caviglia. La bambina che aveva iniziato ad alzarsi in piedi tenendosi ad un appoggio teneva sempre la gambina sollevata.

Dalle analisi del sangue è risultato che aveva VES 60.

Dopo la cura con antibiotico, sembra guarita. Volevo chiederle se è il caso di ripetere le analisi per controllare se è guarita.

Inoltre dalla analisi del sangue risulta:

Sg WBC 11,43

Sg RBC 5,58

Sg HGB 9,90

Sg HCT 32,20

Sg MCV 57,70

Sg MCH 17,70

Sg MCHC 30,70

Sg RDW 15,30

Sg PLT 719

Il papà è microcitemico come pure le sue zie e il nonno paterno.

È il caso di approfondire con ulteriore analisi o no? È vero che l’unico problema che le potrebbe dare è se volesse avere dei figli da grande con un’altra persona microcitemica?

La ringrazio

Erika

   

Si, dal volume decisamente basso dei globuli rossi e dalla forte discrepanza tra numero di globuli rossi e valore dell’emoglobina, il trait talassemico è sospettabile. 

Senza fretta ti consiglio di approfondire le indagini per accertartene in modo definitivo facendo una diagnosi differenziale tra anemia da carenza di ferro che può, anch’essa, simulare una microcitemia e uno stato di eterozigosi per talassemia. 

In quest’ultima ipotesi la bimba non dovrebbe, appunto, generare figli con un altro soggetto ugualmente eterozigote per talassemia perché potrebbero nascere figli talassemici con tutti i problemi che la malattia, attualmente, comunque, molto meglio gestibile che in passato, può dare. 

Per generare figli c’è tempo, ma per formulare una diagnosi non sarebbe male non perdere tempo. 

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Lascia un commento