Poppate notturne a due mesi


Buongiorno dott.ssa,
mi chiamo Elena e ho una bimba di 2 mesi allattata artificialmente che pesa Kg. 4,150, alla nascita era Kg. 2,7.
Il mio pediatra mi ha detto di togliere la poppata notturna.
La bambina mangia 6 pasti da 120 gr. al giorno a intervalli di 4 ore, per un totale di 720 gr. giornalieri, dovrei mantenere la stessa quantità in 5 pasti.
Il dubbio che mi viene è se la bambina mangia abbastanza o se la dose è da aumentare.
Il mio pediatra mi ha consigliato di prolungare l’orario dell’ultima poppata serale (attualmente alle 22,30) almeno di 1 ora e da qualche giorno sono riuscita a fare così, il problema è che la bimba si sveglia verso le 4,30 anzichè tirare fino alla mattina come ha detto il dottore, vedendomi costretta a darle la poppata.
Così vengono sballati gli orari seguiti fin d’ora con le poppate giornaliere.(6,30-10,30-14,30-18,30-22,30-2,30)
A questo punto non capisco cosa devo fare per togliere la poppata notturna, il consiglio del pediatra è stato quello di farla piangere, ma dopo un po’ sono comunque costretta a darle il latte.
Il problema fondamentale è quello di sballare questi orari delle poppate, dato che per 2 mesi sono riuscita a seguire gli orari sopra descritti e la bambina era abituata a quelli, cosa succede cambiandoli, non si crea confusione?
E’ obbligatoria la poppata notturna, alcuni mi hanno detto che i bambini se la tolgono da soli.
Confido in una Vostra risposta urgente, in quanto lei è la prima figlia ed io sono davvero disperata e non so se sto facendo giusto.
Grazie.
Elena

Cara Elena,
se tutti i problemi fossero questi! …Normalmente i lattanti fanno a meno della poppata notturna solo verso il compimento del terzo mese: in questo periodo, infatti, la loro attività cerebrale matura e si struttura a sufficienza per permettere loro sia dei periodi di veglia più lunghi durante il giorno perché interessati da tutto quello che succede intorno a loro, visto che cominciano a vedere bene anche a distanza e a tenere la testa bella dritta, sia un sonno notturno più maturo e più simile a quello degli adulti con cicli più prolungati. Ha quindi perfettamente ragione la tua piccola a volere ancora per un po’ la sua poppata notturna, anche se non è obbligatoria, ovviamente. Quanto alle quantità di latte nelle 24 ore, c’è una regola molto semplice che si può adottare: calcolare il 10% del peso del bambino e aggiungere una cifra fissa di 300. Nel tuo caso dovresti aggiungere 300 a 415 ed ecco che arrivi a 715, cioè esattamente a quello che prende la piccola, grammo più, grammo meno. Quando peserà 5 chili, per lo stesso ragionamento, dovrà mangiare 500 + 300 = 800 gr al giorno. Questa quantità totale delle 24 ore la dividerai nel numero delle poppate che vuoi, anzi, che vuole la bimba che, a due mesi, cioè ora, non possono essere meno di 6 e l’orario da te adottato e collaudato è più che corretto, anche se, in realtà, non è molto corretto stabilire un orario a priori ma sarebbe bene rispettare le esigenze del bambino, stando solo attenti, in caso di allattamento artificiale, che non assuma troppo latte in totale. Quindi puoi stare più che serena e cominciare ad usare l’istinto di mamma che è molto più saggio e infallibile di quello che spesso le neomamme credono.
Un caro saluto e Buona Pasqua.
Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone