Poppata serale troppo lunga


 

Gentile dottoressa

sono la mamma di una bimba di 4 mesi e mezzo. Già dai primi giorni che siamo tornate dall’ospedale alla sera si attaccava al seno per circa 2 ore a volte anche un po’ di più, e si svegliava per mangiare verso le 5 del mattino.

Da un mesetto circa continua a mangiare dalle 21 fino alle 23 però si sveglia attorno alle 3 mangia una decina di minuti e si risveglia alle 6.

Mi viene il dubbio che dietro a questo comportamento ci sia soltanto un po’ di vizio, non è che mi ha scambiata "per il suo ciuccio"?

Se così fosse come posso cercare di correggere il suo comportamento?

La ringrazio

Veronica

Dopo avere definitivamente imparato a succhiare convenientemente al seno, diciamo, al massimo, dopo il primo mese di vita, un lattante è in grado di svuotare un seno in dieci minuti o poco di più, pertanto la poppata strettamente nutritiva dovrebbe durare meno di mezz’ora, per poi lasciare il bimbo attaccato al seno, se lo desidera, un’altra decina di minuti per gratificazione psicologica ma non per altro.

Poppate più lunghe non hanno senso, anche pensando ad una scarsa produzione di latte o ad una relativa difficoltà di suzione del bambino. Non solo non hanno senso, ma possono essere controproducenti – e non mi riferisco alle ragadi soltanto – perché il seno non è un ciuccio e più lo si succhia più latte viene prodotto e più latte viene succhiato. Fin qui nulla di male se non fosse che senza intervallo per accumulare il latte nella mammella, essa rimarrà sempre semivuota e le poppate continueranno ad essere molto numerose.

Concedi, quindi, il seno al bimbo con buon senso, lasciandolo, magari, a quell’ora, un po’ più a lungo attaccato al seno nel dubbio che la poppata delle 21 sia, come succede spesso, un po’ meno abbondante delle altre, ma senza superare, diciamo, i tre quarti d’ora e per cercare di avere più latte di sera dovresti dormire di pomeriggio e bere molto dall’ora di pranzo in poi, oltre al fatto di attaccare il bimbo al seno solo ogni tre ore o giù di lì.

Naturalmente, se il bimbo dovesse attaccarsi al seno sempre più spesso, dovresti valutare l’opportunità di svezzarlo fra due o tre settimane, introducendo la prima pappa, ma se le poppate non si modificano di numero e di notte il piccolo dorme bene come al solito, puoi aspettare un altro mese o più.

Un caro saluto, Daniela

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone