Polimicrogiria e bioarginina


Buongiorno , sono il papà di Vittorio un bel bimbo di 2 anni e 7 mesi affetto da POLIMICROGIRIA , fra le tante problematiche di natura psicomotoria presenta un costante scarso appetito ( anche per deficit di masticazione ) e di conseguenza risulta essere sottopeso rispetto alla sua età (circa 10 kg e 700g.) e da 1 anno non sembra voglia accrescere il suo peso ; parlandone con la pediatra mi ha suggerito un integratore alimentare che possa aiutarlo ad avere piu’ appetito , ovvero la BIOARGIRINA ….è possibile avere piu informazioni in merito ? Soprattutto se ci sono controindicazioni in considerazione della sua patologia ? Ringraziandovi anticipatamente attendo fiducioso vostre indicazioni.

 

La levo arginina, il cui nome commerciale è bioarginina, è un aminoacido che solo in parte viene sintetizzato dall’organismo umano e che soprattutto il bambino piccolo sintetizza con difficoltà. Deve quindi essere introdotto con l’alimentazione. Per fortuna è contenuto in molti alimenti assunti comunemente come carne, pesce, formaggi, latte, legumi. E’ quindi molto difficile che si instaurino delle carenze vere anche quando il bambino si alimenta in modo insufficiente. Questo aminoacido, essenzialmente intracellulare, stimola molte funzioni. Per esempio stimola la sintesi del precursore dell’ormone della crescita, il GH e, per questo motivo viene, a volte somministrato nei bambini con bassa statura. Però stimola anche la produzione di zuccheri, quindi di energia di pronto utilizzo, a partire dai grassi, cioè riduce la massa grassa per trasformarla in zuccheri. Questa funzione è utilizzata dagli sportivi che vogliono mantenersi in peso forma e hanno bisogno di continua energia facilmente spendibile sotto forma fi zuccheri. Quindi, in teoria, se non facesse contemporaneamente aumentare la massa muscolare, farebbe diminuire i grassi, quindi dimagrire. Stimola, inoltre il sistema immunitario ed ha anche una azione tonificante sul sistema nervoso modulando e regolando i cicli del sonno e le funzioni mnestiche, cioè la memoria. Tralascio altre funzioni utilizzate da adulti, donne in menopausa, ecc. In linea di massima, quindi, si tratta di un farmaco, o meglio, di un integratore biologico, innocuo se non si abusa nel dosaggio, che può senz’altro migliorare umore, memoria e concentrazione, forse anche appetito., ma quanto al peso ho i miei dubbi che abbia un effetto e quanto a stimolare la crescita in altezza, anche qui i pareri e le esperienze dei pediatri sono contrastanti in quanto un deficit staturale può forse essere migliorato, quando è migliorabile, solo con l’ormone della crescita ma solo se questo ormone risulta realmente carente nel soggetto. In conclusione, posso dire che sicuramente non vi sono controindicazioni nell’assunzione di bioarginina ma che, quanto alla efficacia, essa è individuale. Essa andrebbe, forse, associata al complesso vitaminico B e somministrata per un periodo piuttosto lungo. I problemi alimentari del tuo bimbo dipendono essenzialmente dalle difficoltà masticatorie e meno dall’appetito. Ma è sempre bene tentare ogni strada percorribile quando è innocua.

Ti è piaciuto? Condividilo!Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone